Soprintendenza L’Aquila, screening sul personale: tutti negativi

di Redazione | 02 Dicembre 2020 @ 19:21 | ATTUALITA'
il bollettino di oggi in Abruzzo: +196 positivi e 6 vittime
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si è svolta nella mattinata di lunedì 30 novembre, presso la sede di via di San Basilio, l’attività di screening sul personale della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per L’Aquila e Cratere, che si è sottoposto volontariamente ai test antigenici rapidi per l’individuazione del COVID-19, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in materia di prevenzione della diffusione del virus. Tutti i 40 test effettuati hanno dato esito negativo.
È un importante gesto di impegno per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro, fortemente voluto da Antonio Di Stefano – Soprintendente Delegato per L’Aquila e Cratere dal Direttore Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio -, a cui il personale della Soprintendenza ha aderito pienamente.
“La Soprintendenza per L’Aquila e Cratere ha voluto esporsi in prima persona, effettuando questi test sui suoi dipendenti” – afferma Di Stefano – “è un modo per contribuire a monitorare ed arginare la situazione di emergenza connessa al COVID-19, così particolarmente e dolorosamente sentita in città e nei comuni del territorio aquilano. Un ringraziamento va ad Adolfo Cicchetti e Lucio Cococcetta, rispettivamente Presidente e Direttore di ANCE L’Aquila, che hanno contribuito a rendere possibile questa iniziativa, che ha potuto svolgersi grazie al loro supporto senza alcun costo per l’Amministrazione”.
L’iniziativa della Soprintendenza si allinea con lo screening generale che vedrà coinvolta la cittadinanza di L’Aquila e delle frazioni a partire da giovedì 3 dicembre fino a domenica 6 dicembre. “Partecipare allo screening è un gesto di responsabilità” – conclude Di Stefano – “responsabilità verso se stessi e verso gli altri”.


Print Friendly and PDF

TAGS