Solidarietà, sport ed inclusione: all’Accademia di Belle Arti il Progetto Filippide

ll documentario proposto al pubblico anche nel pomeriggio presso la libreria Maccarone

di Giovanni Chilante | 06 Luglio 2023 @ 16:16 | ATTUALITA'
progetto Filippide
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si è tenuta questa mattina presso la splendida cornice del Teatro dell’Accademia di Belle Arti, la presentazione del Progetto Filippide. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Filippide, realtà benemerita del Comitato Italiano Paralimpico, impegnata nella pratica sportiva in favore delle persone con disabilità, in particolare affette da autismo o malattie rare.

Una giornata dunque di grande significato sociale dove lo sport diviene strumento di incontro, capace di superare i propri limiti, dimostrare le proprie abilità e competenze, rafforzare le proprie capacità. L’idea progettuale ha già raccolto consensi e partecipazione in moltissime città italiane ed ha assunto negli ultimi anni un profilo internazionale proprio per la delicata tematica affrontata.

Ad impreziosire la presentazione, la proiezione del documentario Avventura sull’Himalaya, vincitore di numerosi premi ed incentrato sull’ascesa di un atleta autistico Alberto Rubino che ha raggiunto quota 5.300 metri.

Il documentario verrà proposto al pubblico anche nel pomeriggio presso la libreria Maccarone a partire dalle ore 17. 30.

Progetto Filippide

Ad introdurre la giornata, il giornalista sportivo Andrea Fusco con la presenza del Presidente dell’Accademia di Belle Arti Rinaldo Tordera, l’Assessore allo Sport del Comune dell’Aquila Vito Colonna, il Presidente dell’Associazione Filippide Nicola Pintus ed il relatore Luca Paesani, altro responsabile del progetto.

“In rappresentanza del Comune dell’Aquila – ha dichiarato l’Assessore Colonna – accolgo dunque con entusiasmo la possibilità di realizzare un protocollo d’intesa con il progetto Filippide, convinto che le Istituzioni debbano dimostrare la loro vicinanza e gratitudine verso tutti coloro che quotidianamente cercano di rendere migliore la vita a persone meno fortunate” – conclude Vito Colonna.

“Per l’Accademia di Belle Arti oggi è una giornata speciale – dichiara il Presidente Rinaldo Torderasiamo orgogliosi di aver accolto tra i nostri studenti un giovane ucraino, affetto da autismo, appassionato di fotografia. Con profitto segue la nostra offerta didattica e nel giro di un paio di anni conseguirà il suo diploma di laurea.” – conclude Tordera.


Print Friendly and PDF

TAGS