Sociale, Quaresimale: pubblico e privato insieme per il “progetto Ciao”

di Redazione | 15 Febbraio 2021, @04:02 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

PESCARA – Un “hub” soprattutto sociale ma anche economico, in grado di dare opportunità, prospettive di crescita e sviluppare la migliore progettualità dei giovani. È uno degli obiettivi del progetto Ciao (Centro di inclusione, aggregazione e orientamento) promosso dall’ambito sociale Fino-Cerrano che raggruppa 14 comuni dell’area teramana e finanziato nell’ambito del programma Agorà. Questa mattina l’assessore alle Politiche sociali, Pietro Quaresimale, ha incontrato a Silvi i rappresentanti degli enti pubblici e i soggetti privati che rappresentano il partenariato del progetto, del quale il Comune di Silvi è capofila. “Ci troviamo di fronte ad un progetto nuovo che rappresenta anche una sfida per i giovani di questa area della provincia di Teramo – ha detto l’assessore alle Politiche sociali -. L’idea di raggruppare all’interno di un contenitore fisico le migliori risorse giovanili per innovare, creare impresa e opportunità di lavoro tenendo a mente le esigenze sociali del territorio, rappresenta un’occasione di crescita senza precedenti. Al centro collochiamo i giovani che con le loro potenzialità e la capacità creativa possono mettere sul campo politiche di crescita come la creazione di nuova imprese, ma anche politiche di orientamento al lavoro e alla formazione professionale. Insomma, tutti gli elementi della quotidianità”.

Il progetto Ciao, finanziato per 570 mila euro, prevede la presa in carico di almeno 100 utenti, l’avvio di attività di orientamento, l’erogazione di voucher per la copertura di costi per la cura di famigliari, l’avvio di tirocini extracurriculari brevi. I destinatari principali sono i giovani a rischio di dispersione scolastica ed esclusione sociale, famiglie con bisogni educativi, minori svantaggiati e di origine straniera. Prima dell’incontro con il partenariato del progetto Agorà, l’assessore Quaresimale ha visitato insieme con il sindaco Andrea Scordella il nuovo Centro lavorativo del Comune di Silvi realizzato con un finanziamento di 600 mila euro della Regione Abruzzo. Il Centro, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale, sarà un centro di formazione dove enti pubblici e privati potranno organizzare e predisporre corsi di formazione. “Opportunità unica per tanti giovani che vogliono crescere professionalmente – ha spiegato l’assessore Quaresimale -. La nuova struttura rappresenta un elemento di crescita in termini di servizi sul territorio perché in questo modo giovani e disoccupati potranno partecipare a corsi di qualificazione professionale vicino casa”. L’assessore ha infine assicurato al sindaco la liquidazione a breve dell’ultima tranche di 60 mila euro. 


Print Friendly and PDF

TAGS