Smart working, chi risponde in caso di utilizzo di un pc personale?

di Redazione | 12 Maggio 2021, @06:05 | LA LEGGE E LA DIFESA
Print Friendly and PDF

Più di 12 mesi smartworking, ma non c’è ancora chiarezza, la burocrazia si sta avvitando attorno ad una questione insoluta. Di chi è la responsabilità in caso di furto di dati? Del responsabile del trattamento, il soggetto cioè responsabile, individuato dagli uffici, per la protezione dei dati? Tendenzialmente no, o almeno non se si usa il computer personale, il che però è la condizione più che normale di svolgimento del lavoro agile.  

Non ci si chiarisce molto le idee nemmeno a leggere l’articolo 87 del decreto legge 18/2020  che sospende l’efficacia dell’articolo 18, comma 2, della legge 81/2017 ma non chiarisce chi risponde della sicurezza e del buon funzionamento

La regola generale è, appunto, quella dell’articolo 18 della legge 81/2017. Questo dispone che è il datore di lavoro ad essere responsabile della sicurezza e del buon funzionamento degli strumenti tecnologici assegnati al lavoratore.

Ma l’articolo 87, comma 2, del decreto legge 18/2020 ha previsto invece che la prestazione lavorativa in lavoro agile può essere svolta anche attraverso strumenti informatici nella disponibilità del dipendente qualora non siano forniti dall’amministrazione. In questi casi, aggiunge, l’ articolo 18, comma 2, della legge 81/2017 non trova applicazione.

Una disposizione simile è contenuta nel decreto legge 34/2020, ma questo articolo non contiene l’esclusione della applicazione dell’articolo 18, comma, 2 della legge 81/2017.

Infine arrivano l’articolo 11 del decreto 52/2021 e l’allegato 2 prorogano fino al 31 luglio 2021, leggendo i quali sembrerebbe in prorogatio anche la dichiarazione di persistente efficacia dell’articolo 87 del decreto 18/2020, che dichiara inapplicabile l’articolo 18, comma 2, della legge 81/2017.

Insomma, in caso di attacchi informatici o per il risarcimento dei danni subiti dagli interessati a causa, il lavoratore rischia di essere il destinatario delle sanzioni da parte del Garante.

 


Print Friendly and PDF

TAGS