Sito Inps in tilt svela dati sensibili degli utenti

di Redazione | 01 Aprile 2020, @10:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Non solo a tratti inaccessibile, evidentemente per l’eccessivo numero di persone che sta tentando di accedervi contemporaneamente, ma anche talmente in tilt da mostrare a tutti i dati personali di altri utenti.

Ha del clamoroso quanto sta accadendo al sito internet dell’Inps, sul quale da oggi è possibile inoltrare online le domande per ottenere l’indennità di 600 euro prevista dal decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 (Decreto Cura Italia) per i professionisti e i lavoratori autonomi.

Collegandosi al portale, per delle bizze informatiche di un sistema evidentemente non adeguatamente perfezionato, in alcune pagine è possibile visionare i dati personali degli utenti.

Nome e cognome, ma anche codice fiscale, indirizzo email e di residenza e persino numero di telefono cellulare.

“Dall’una di notte alle 8,30 circa, abbiamo ricevuto 300mila domande regolari. Adesso stiamo ricevendo 100 domande al secondo. Una cosa mai vista sui sistemi dell’Inps”, ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico che ha persino aggiunto che i sistemi “stanno reggendo”, nonostante le proteste di numerosissimi commercialisti e consulenti del lavoro che già da ieri segnalano malfunzionamenti.

“Come abbiamo detto più volte – ha aggiunto Tridico – le domande possono essere fatte per tutto il periodo della crisi, anche perché il Governo sta varando un nuovo provvedimento sia per rifinanziare le attuali misure sia per altre”.


Print Friendly and PDF

TAGS