Sisma, Castelli: proroga della zona franca urbana

di Redazione | 15 Febbraio 2024 @ 10:18 | POLITICA
Print Friendly and PDF

“La proroga della zona franca urbana dei territori del sisma è una notizia importante e molto attesa nei nostri territori, resa possibile dall’impegno del Governo ed in particolare dell’On. Trancassini che da sempre è un punto di riferimento per la Struttura commissariale. La minore copertura finanziaria richiederà probabilmente una rimodellazione della misura emergenziale che del resto, dopo quasi otto anni, necessitava di una manutenzione. Questa proroga, che viene incontro alle esigenze delle imprese del sisma, rappresenta un tassello che si inserisce all’interno della strategia di riparazione che stiamo dispiegando nell’Appennino centrale colpito dal sisma. Il sostegno alle imprese, così come avviene attraverso il Fondo nazionale complementare sisma, promuove la vitalità e lo sviluppo del territorio mantenendo o creando posti di lavoro, contrastando così anche lo spopolamento, fenomeno di lungo corso al quale sono soggette queste aree interne. Desidero ringraziare le associazioni di categoria con le quali mi sono confrontato in queste settimane per l’approccio sempre franco e costruttivo, che oggi ha trovato un positivo riscontro”. Lo afferma il senatore Guido Castelli, Commissario Straordinario al sisma 2016, commentando l’approvazione da parte dell’Aula della Camera dell’emendamento che prevede la Proroga della Zona franca urbana per le aree del Centro Italia colpite dal sisma.

IN AGGIORNAMENTO – Le dichiarazioni di Giulio Sottanelli, deputato di Azione

“Grazie all’iniziativa di Azione è stato approvato un emendamento al decreto Milleproroghe che estende le agevolazioni fiscali e contributive per la zona franca del sisma Centro Italia del 2016”. E aggiunge: “Con un emendamento a mia firma, noi avevamo chiesto una proroga di due anni, fino al 2025, per sostenere in maniera più forte professionisti e imprese, la maggioranza di governo ha, invece, scelto la proroga di un solo anno. Quello che però più spicca in tutta questa vicenda è la totale assenza di iniziativa da parte del centrodestra abruzzese, visto che nessuno deputato di maggioranza ha ritenuto di sottoscrivere la proposta, forse perché troppo impegnati in campagna elettorale per ricordarsi di una misura vitale per la sopravvivenza delle imprese che hanno sede nella zona del cratere sismico. Evidentemente – conclude Sottanelli – per qualcuno le passerelle elettorali sono più importanti di un impegno concreto a favore delle aree colpite da terremoti, chiaramente in difficoltà tra spopolamento e inevitabile rischio scomparsa di molte attività commerciali”.


Print Friendly and PDF

TAGS