Sisma 2016, Castelli: focus Abruzzo tra rilancio, sviluppo e ricostruzione

di Redazione | 24 Giugno 2023 @ 17:14 | POLITICA
Print Friendly and PDF

ROMA – Questa mattina il Commissario Straordinario per la Riparazione e la Ricostruzione sisma 2016 Guido Castelli è stato a Fano Adriano per fare il punto sullo stato d’attuazione della ricostruzione pubblica e privata, e sulle iniziative di riparazione economico- sociale, insieme al Senatore Etelwardo Sigismondi, al Sindaco Luigi Servi, al Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Umberto D’Annuntiis e al direttore dell’Usr Abruzzo, Vincenzo Rivera. Insieme si sono poi trasferiti nel vicino Comune di Crognaleto: ad attenderli il Senatore Guido Liris e il sindaco Orlando Persia. Anche qui il confronto si è incentrato sulle attività in essere e quelle previste. La doppia visita nel cratere teramano fa seguito alla partecipazione di

ieri di Castelli a un convegno sulle case resilienti presso il Castello Orsini di Avezzano.

Lunedì mattina il Commissario al sisma 2016 si recherà al Maxxi l’Aquila dove, insieme al Presidente della Fondazione del Museo Alessandro Giuli e al sindaco Pierluigi Biondi, incontrerà i sindaci del cratere 2009 e 2016 per parlare delle nuove strategie integrate di sviluppo culturale, economico e sociale.

Martedì mattina, infine, Castelli sarà a Campotosto per un sopralluogo.

“I due incontri odierni sono stati molto utili per fare il punto della situazione e definire i prossimi interventi, ringrazio tutti i partecipanti che, con la loro presenza, hanno testimoniato la vicinanza e l’attenzione delle istituzioni a tutti i livelli – ha detto il Commissario Castelli -. A Fano Adriano vi sono importanti investimenti per il turismo, anche grazie alle risorse del Fondo complementare sisma.

Risorse che interessano il comprensorio dove insistono le due stazioni sciistiche di Prato Selva e Forca Canapine e che prevedono la creazione di una “zip-line”, la riqualificazione di un rifugio e l’implementazione dei servizi per gli appassionati di arrampicata.

Anche a Crognaleto – ha aggiunto il Commissario sisma – sono presenti interessanti investimenti di rilancio e sviluppo, come ad esempio la progettazione per un impianto di captazione e imbottigliamento delle acque minerali locali e il progetto del Cis “Living Gran Sasso”, che coinvolge 22 comuni ed è già finanziato con 3,7 milioni.

Mi fa piacere segnalare che a Crognaleto fino a poco tempo fa la ricostruzione era in una fase di stallo, soprattutto in ragione delle complessità rappresentate dalla presenza nel territorio comunale di diversi usi civici. Grazie alla collaborazione tra Usr e Comune – ha concluso Castelli – ora possiamo dire di aver sbloccato le procedure”

 


Print Friendly and PDF

TAGS