Sinistra Italiana: “Pochi mediatori culturali nelle Asl 1”

di Redazione | 28 Settembre 2023 @ 13:16 | SANITA'
Asl1 L'Aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Al 1° gennaio 2022 gli stranieri residenti in provincia dell’Aquila sono stati stimati in 22.957 (la prima in Abruzzo) e rappresentano il 7,9% della popolazione residente.” La nota di Gamal Bouchaib del circolo Sinistra Italiana L’Aquila.

“La comunità straniera più numerosa è quella proveniente dalla Romania con il 29,0% di tutti gli stranieri presenti sul territorio, seguita dal Marocco (20,0%) e dalla Macedonia del Nord (8,3%) ma va anche segnalato il cambio di geografia migratoria con migliaia di ingressi di tanti richiedenti asilo e profughi.

L’esperienza della Asl 1 lodevole in tale senso negli anni passati con bandi di affidamenti esterni del servizio di mediazione, non ha più trovato spazio attuativo nelle nuove politiche aziendali, creando un disagio enorme non solo ai pazienti che a volte non usufruiscono del servizio per problemi di barriere linguistiche, ma anche per la dirigenza medica che spesso ha segnalato questa carenza a chi di dovere, senza mai ottenere alcun riscontro.

Riteniamo, come Sinistra Italiana, quanto mai opportuno e urgente un cambio di visione da parte del Manager, utilizzando tutti gli strumenti consentiti dalla legge per creare un gruppo di lavoro  costituito da un’equipe di mediatori che opera con presenza fissa e continuativa presso le  sedi della Asl 1, di differente nazionalità, con esperienza nel settore socio-sanitario e che interviene in relazione alle necessità urgenti o programmate prendendo in considerazione tutte le aree linguistiche maggiormente rappresentate all’interno della popolazione straniera della provincia, inclusi i richiedenti asilo che accedono ai servizi offerti. “

 


Print Friendly and PDF

TAGS