Simbolo della movida aquilana a pezzi: l’ex Caffè Cavour, un pericolo per i passanti

di Cristina D'Armi | 09 Marzo 2021, @06:03 | ATTUALITA'
Caffè Cavour un pericolo per i passanti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’ex-Caffè Cavour un pericolo per i passanti. All’angolo del dimenticatoio, tra il Teatro San Filippo e Palazzo Littorio, il vecchio edificio che ospitava il Caffè Cavour sta cadendo a pezzi.

A quasi 12 anni dal terremoto del 6 aprile 2009, l’ex punto di ritrovo per moltissimi universitari è in evidente stato di abbandono e degrado. La struttura è ricoperta da muffa a causa delle infiltrazioni d’acqua delle intemperie che contribuiscono al veloce  deterioramento del palazzo già a grave rischio crollo.

L’ex Caffè Cavour un pericolo per i passanti

L’edificio è circondato da alcune transenne, ma i calcinacci cadono oltre il “perimetro di sicurezza”. Alzando di poco lo sguardo si può notare il distacco di intonaco pronto a cadere. Eppure è tutto lì, fermo da 12 anni, con il rischio che qualche passante possa essere colpito dalla caduta di calcinacci e lasciando in secondo piano la bellezza della nuova faccia del teatro San Filippo.

Simbolo degli anni d’oro della movida aquilana, il Cavour ha ospitato i dj più noti della città  che per oltre un decennio hanno animato le serate di Piazza San Filippo. Noto per gli aperitivi cenati accompagnati sempre da un buon cocktail o un calice di vino, il piccolo pub ospitava centinaia di clienti all’esterno delle porte del teatro San Filippo. Talmente tanti i ragazzi del Cavour che per passare bisognava quasi fare a gomitate. Oggi invece la strada è libera e silenziosa, la nostalgia fa da padrone, e fa quasi paura passare vicino alla facciata pericolante.

Ciò che invece resta ben saldo, è il ricordo di vecchie serate gagliarde.

Il Caffè Cavour ha riaperto, dopo il terremoto, nel maggio dello scorso anno, nei nuovi locali in Piazza San Marco. 


Print Friendly and PDF

TAGS