Sigismondi (FdI): “Sardegna nessuna analogia con l’Abruzzo”

Sigismondi: "Il 10 marzo vince Marsilio”

di Redazione | 27 Febbraio 2024 @ 15:43 | POLITICA
SIGISMONDI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Il centrosinistra abruzzese festeggia la vittoria della Sardegna perché sa di non poterlo fare in Abruzzo il prossimo 10 marzo, quando verrà sonoramente bocciato dai cittadini. L’Abruzzo, infatti, ha già conosciuto il malgoverno del centrosinistra e, come si respira sui territori, certamente dalle urne emergerà la volontà di proseguire la fase di crescita che il presidente Marco Marsilio è riuscito ad imprimere alla nostra regione.

Gli abruzzesi non sono disponibili a tornare indietro al periodo in cui, con il Partito democratico alla guida della Regione, l’Abruzzo non contava nulla e i cittadini venivano puntualmente presi in giro da promesse mai mantenute.

In Sardegna c’era consapevolezza che la competizione sarebbe stata difficile per il centrodestra e questo aspetto ha comportato anche il cambio del candidato alla Presidenza. In terra d’Abruzzo la situazione è completamente diversa: i grandi risultati conseguiti dal governo regionale sono sotto gli occhi di tutti e l’apprezzamento per l’operato del presidente Marsilio si riscontra ovunque, con una grande attenzione e partecipazione ad eventi ed iniziative.

L’autorevolezza e la forza di Marsilio unitamente alla solidità della coalizione, determineranno la vittoria del 10 marzo, garantendo stabilità e la conferma del buon governo in Abruzzo” -lo afferma il senatore e segretario abruzzese di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi.


Print Friendly and PDF

TAGS