Siccità. Tarquini: “Un invaso idrico nelle cave di Pontiglione”

Tarquini (L'Aquila al Centro): "Realizzare invaso idrico in cave Pontignone presso il fiume Vera"

di Redazione | 17 Luglio 2022 @ 09:03 | AMBIENTE
siccità
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “L’emergenza siccità che si è verificata in questo periodo e situazioni di difficoltà come quella che nei giorni scorsi ha interessato il fiume Vera e i canali di irrigazione, rendono quanto mai attuale un progetto di cui da tempo mi ero fatto promotore e la cui realizzazione potrebbe oggi dare una prospettiva di riqualificazione territoriale a cittadini e aziende agricole”.
 
Lo dichiara Luca Tarquini, responsabile agricoltura di ‘L’Aquila al Centro’. “Mi riferisco – spiega Tarquini – al progetto di riempimento delle due cave rasoterra che si trovano adiacenti al fiume Vera nella località di Pontignone. Mediante un processo di impermeabilizzazione e con l’adozione di tutti gli accorgimenti tecnici che sono stati già valutati e ideati, nella stagione invernale le cave potrebbero essere riempite fino al terrazzamento superiore, realizzando un grande invaso d’acqua funzionale non solo all’approvvigionamento di riserve idriche e al mantenimento della salubrità del territorio, ma anche alla predisposizione di un bacino al quale attingere in caso di incendi e a un piano di riqualificazione territoriale che potrebbe comprendere un laghetto per la pesca sportiva e altre iniziative similari. Si tratta – osserva ancora l’esponente di ‘L’Aquila al Centro’ – di un progetto ambizioso e innovativo, non estemporaneo ma lungamente valutato e foriero di grandi benefici per tutta l’area interessata. Insieme alla necessità di prevedere un impianto di depurazione adeguato, la cui urgenza è stata confermata da quanto accaduto di recente con l’allarme salmonella – conclude Tarquini -, lo sfruttamento delle cave tramite riempimento idrico potrebbe segnare un punto di svolta che proponiamo con forza e sul quale siamo pronti a dare il nostro contributo”.

Print Friendly and PDF

TAGS