Settembre, il mese dei buoni propositi

di Redazione | 21 Settembre 2022 @ 12:44 | UTILI
settembre buoni propositi
Print Friendly and PDF

Dopo la pausa estiva, abbiamo tutti le batterie un po’ più cariche. Le vacanze sono l’occasione ideale per staccare la spina dai ritmi frenetici della routine e per riorganizzare la nostra vita. Proprio mentre siamo sdraiati in totale relax sulla spiaggia o andiamo alla scoperta di qualche meta culturale possono venirci in mente delle idee per migliorare la nostra quotidianità e il nostro futuro. Purtroppo però, quando torniamo alla base e riprendiamo i soliti ritmi, la maggior parte delle buone intenzioni sfuma nel giro di pochi giorni.

Spesso quello che manca per concretizzare i nostri piani è una buona organizzazione: senza doversi trasformare in una Mary Poppins dell’efficienza, è importante tenere sempre conto dell’aspetto pratico e concreto di ogni attività. Uno dei propositi più frequenti quando si rientra dalle ferie, è quello di seguire delle lezioni di inglese. Ogni anno si prospetta come quello decisivo per aggiungere una componente così importante alla nostra formazione ma alla fine, tra un posticipo e un “devo vedere”, tutto viene rimandato a gennaio, o a data da definirsi.

Come fare quindi iniziare finalmente lo studio di questa lingua così fondamentale? Ecco qualche suggerimento che potrebbe esserti utile.

Motivazione ed organizzazione: le chiavi del successo

Non è un mistero che, qualsiasi attività o percorso che decidiamo di intraprendere, debba essere basato su una forte motivazione. 

Prima di decidere di iniziare lo studio di una lingua straniera, occorre sempre chiedersi: perché dovrei farlo? Nel caso dell’inglese, abbiamo qualche suggerimento di ispirazione:

  1. In un mondo sempre più globalizzato, l’ingese è la lingua internazionale per eccellenza. Questo la rende una chiave di ingresso per una comunicazione a 360° e che va ben oltre l’occasione del viaggio che facciamo una volta l’anno. Comprendere meglio i contenuti che troviamo online, poter guardare le serie TV in streaming che veramente ci interessano anche se non sono tradotte o sottotitolate, poter partecipare a eventi sia online che reali di portata internazionale sono solo alcuni esempi delle opportunità che la lingua ingelse porta con sé;
  2. Maggiori (e migliori) opportunità di carriera: chi assume sa quanto sia importante poter contare sulle abilità linguistiche dei propri collaboratori, ed è disposto non solo a dare la precedenza ma anche a ricompensare economicamente l’apporto aggiuntivo che tale abilità porta all’azienda. Il mondo del lavoro è fatto di competenze ormai, che vanno costantemente aggiornate e migliorate;
  3. I benefici dello studio della lingua nglese si riversano, in primis, nel nostro livello generale di cultura e anche sulla nostra memoria. La mente giovane è quella che non smette mai di imparare e che viene sempre allenata all’apprendimento e alla conoscenza.

E poi, diciamola tutta, sfoderare un buon inglese quando siamo con i nostri amici in vacanza o un turista ci chiede informazioni, è una bella soddisfazione!

Dal punto di vista organizzativo però, come è opportuno muoversi?

Sicuramente, la prima regola è programmare dei piani realistici e concretamente fattibili rispetto ai nostri tempi e al nostro stile di vita, per cercare di trovare la soluzione più pratica e fattibile.

Ad esempio, non ha senso pensare di dedicare alla lingua inglese tre pomeriggi alla settimana recandoci in una scuola di lingue, magari distante da casa o dal lavoro. Al contrario, è importante trovare la soluzione che meglio si adatti alla nostra routine. Oggi la possibilità di seguire delle lezioni online è una delle modalità più praticate, perché offrono comodità e flessibilità: tutto quello che occorre è una connessione Internet e un PC o addirittura un dispositivo mobile. 

L’ampia flessibilità di orari dei docenti online ci consente di adattare gli orari nella maniera più comoda, senza vedere il corso di inglese come una costrizione o la causa di rinunce al tempo libero e ai momenti di svago.

Come si dice spesso, l’importante è iniziare!


Print Friendly and PDF

TAGS