Sedentarietà dei bambini, all’Univaq il convegno sulle buone prassi da adottare a scuola

di Redazione | 02 Ottobre 2023 @ 13:57 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il giorno 6 ottobre 2023, presso l’Aula Magna “Alessandro Clementi” nel Dipartimento di Scienze umane, si terrà il Convegno conclusivo del Progetto “Approccio sistemico ed ecologico per la promozione dell’attività fisica nel setting scolastico: Whole Active Health Promoting Schools (WAHPS)”, promosso e coordinato dalla Regione Abruzzo e dall’Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Medicina Clinica, Sanità Pubblica Scienze della Vita e dell’Ambiente che ne ha la responsabilità scientifica. Il progetto WAHPS è stato finanziato nell’ambito del Programma della Prevenzione 2019 del Centro Nazionale per il Controllo delle Malattie (CCM) del Ministero della Salute. Esso ha un’articolazione multicentrica con unità operative in quattro regioni (Abruzzo, Lombardia, Emilia-Romagna e Marche) e con la partecipazione dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il setting è costituito dalla scuola primaria e i destinatari sono le bambine e i bambini e le loro comunità di appartenenza.

Le finalità sono la lotta alla sedentarietà, la prevenzione delle patologie connesse al sovrappeso/obesità, lo sviluppo di skills psico-relazionali, il miglioramento della qualità del tempo trascorso a scuola, una più efficace gestione dei compiti didattici, la conoscenza del territorio e, infine, l’educazione alla sostenibilità degli stili di vita.

Sulla base delle evidenze scientifiche, è stato utilizzato su approccio ‘globale’ (whole approach) per l’incremento del livello di attività fisica giornaliero delle bambine e dei bambini. Il movimento viene introdotto in diversi momenti della giornata scolastica attraverso attività programmate e cambiamenti nell’organizzazione e nell’ambiente fisico:

1.  l’interruzione temporizzata dell’attività sedentaria in classe (pause attive o breaks attivi)

2.  il trasporto attivo a piedi verso la scuola (piedibus)

3.  intervalli ricreativi in aree di gioco movimentato appositamente allestite (marked playgrounds)

I contenuti e l’impianto dell’intero progetto risultano coerenti con l’ottica sistemica ed ecologica proposta nel piano di azione per la promozione dello stile di vita attivo per la popolazione a livello globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Global Action Plan on Physical Activity 2018 – 2030, ‘More Active People for a Healthier World’) e con questo connesso con gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dalla Agenda 2030.

Nello sviluppo delle attività sono stati creati Gruppi di lavoro intersettoriali locali (scuola, sanità, enti locali, etc.) anche attraverso la stipula di Protocolli d’Intesa formali; sono state svolte attività di formazione e tutoring del personale scolastico; sono state realizzate iniziative di advocacy nelle comunità di appartenenza e, infine, sono stati raccolti dati di valutazione sulla base di un protocollo scientifico.

Il Convegno CCM 2019 – WAHPS del 6 ottobre ha lo scopo di condividere intenti e buone pratiche a livello nazionale e internazionale.


Print Friendly and PDF

TAGS