Sciopero addetti al contact center Inps, Ugl: “Sì alla clausola sociale no alla selezione pubblica”

All'assemblea del sindacato hanno aderito diversi politici

di Redazione | 27 Settembre 2021 @ 12:55 | ATTUALITA'
ugl
Print Friendly and PDF

AGGIORNAMENTO – Grande successo oggi dello sciopero generale nazionale di tutte le sedi del Contact Center INPS-AdER. Adesione massiccia presso la sede dell’Aquila dove UGL TELECOMUNICAZIONI ha tenuto una Assemblea aperta di tutti i lavoratori insieme alle Istituzioni regionali e comunali alla quale ha partecipato la stragande maggioranza dei dipendenti di COMDATA. L’Assemblea è stata seguita in diretta WEB dalle altre 10 sedi del Contact Center.

Hanno partecipato fra gli altri l’On Stefania Pezzopane, il Vice Presidente della Regione Abruzzo Emanuele Imprudente, il Consigliere regionale Americo Di Benedetto, l’Assessore Ferella del Comune dell’Aquila, il Consigliere comunale Marcello Dundee.
 
A tutti abbiamo chiesto di dare forza ai nostri obiettivi prioritari:
– Tutela della qualità del servizio pubblico e rispetto integrale del contratto di servizio per la gestione attuale del Contact Center a partire dalla scadenza dell’affidamento alle aziende fissata per legge al 30 novembre 2021.
– Sollecitare l’attenzione di INPS sulla qualità del servizio pubblico e sul rispetto del contratto di servizio per la gestione del Contact Center.
– Esigere che il Ministero del Lavoro Vigilante su INPS imponga l’applicazione delle norme e dell’OdG del Parlamento sull’applicazione della Clausola sociale.
Va respinto l’incomprensibile di Tridico ad applicare la Clausola Sociale prevista dalla legge e dall’Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal Parlamento. L’articolo 5 bis della legge sulla internalizzazione è finalizzata esplicitamente alla “stabilizzazione del personale attuale”, ma il Presidente continua ad ignorare le sentenze di TAR e Cassazione che ne impongono l’applicazione alle società In House.
La linea del Presidente INPS Tridico comporterebbe illegittimamente centinaia di esuberi.
– Chiedere l’intervento della Commissione bicamerale di Vigilanza sugli Enti previdenziali esigendo la convocazione del Presidente e del Direttore Generale INPS sull’applicazione corretta delle norme.
– Iniziativa programmatica e legislativa per il perfezionamento dell’Integrazione fra Politiche Passive e Attive per il Lavoro e Politiche Sociali utilizzando i servizi del Contact center INPS quale primo punto di contatto con aziende, lavoratori e disoccupati e quale struttura di supporto per l’incontro fra domanda ed offerta di lavoro, anche nell’ambito delle risorse del PNRR. Questo è essenziale per rispettare le Raccomandazioni dell’Unione Europea sulla integrazione fra Politiche passive ed attive per il Lavoro e per evitare l’ulteriore taglio di occupazione e orario di lavoro che sarebbe causato dall’inaccettabile e cieco comportamento di Inps.
– Rigettare immediatamente l’illegittima espulsione dei 213 addetti sia alla commessa Inps che AdER (di cui 103 a L’Aquila) che secondo Tridico diventerebbero esuberi a partire dal 30 novembre 2021.
Si tratta di personale impegnato da 10 anni prevalentemente su Inps che rischiano il posto di lavoro a causa del pastrocchio legale creato artificiosamente da Inps e AdER.
Le Istituzioni e le Forze politiche hanno assicurato il totale appoggio alle proposte di UGL TELECOMUNICAZIONI.
 
Venanzio Cretarola
Segretario UGL TELECOMUNICAZIONI Abruzzo

L’AQUILA – All’interno dello sciopero nazionale degli addetti al contact center Inps Ader, di cui 560 persone lavorano a L’Aquila, l’Ugl Telecomunicazioni ha organizzato questa mattina un’assemblea dei dipendenti alla Casa del Volontariato.

Oltre al segretario regionale Ugl Telecomunicazioni Venanzio Cretarola, alla segretaria provinciale L’Aquila Ugl Telecomunicazioni Francesca Fantasia e al segretario provinciale Ugl Roberto Bussolotti, hanno partecipato l’onorevole Stefania Pezzopane, il vice presidente della Giunta Regionale Emanuele Imprudente, il consigliere regionale Americo Di Benedetto e il consigliere comunale di L’Aquila Marcello Dunde.


Print Friendly and PDF

TAGS