Sciame sismico ai Castelli Romani, è un vulcano

di Redazione | 31 Agosto 2020, @05:08 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

ROMA – Fine settimana di tensione a Roma Sud e sui Castelli Romani, una serie di scosse distintamente avvertite dalla popolazione ha creato apprensione nelle centinaia di migliaia di abitanti della zona. La zona, hanno spiegato dall’Ingv, è un’enorme caldera, grande come l’Etna, con ben quattro crateri. La caldera laziale è da sempre sotto stretta sorveglianza, si tratta di un vulcano attivo anche se non si registrano eruzioni da migliaia di anni, le scosse di questi giorni potrebbero essere dovute a meccanismi di riempimento della camera magmatica del vulcano che, comunque, non dovrebbe dare problemi per molto tempo. Da un punto di vista sismico la scossa più forte registrata nel secolo scorso era di 4.8 sulla scala Richter e causò diversi danni nei comuni della zona, Nemi, Ariccia, ecc. Anche una faglia propriamente sismica è presente nella zona, spiegano all’Ingv.


Print Friendly and PDF

TAGS