Schlein, elezioni in Abruzzo, “da Marsilio troppi tagli alla sanità”

Elly Schlein invita a firmare petizione a tutela del Borsacchio

di Redazione | 13 Gennaio 2024 @ 18:36 | VERSO LE ELEZIONI
Elly Schlein in Abruzzo
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – “Abbiamo incontrato oggi in Abruzzo realtà resistenti che ci invitano a promuovere politiche di sviluppo sostenibile. Noi siamo pronti sostenendo la candidatura di Luciano D’Amico che ha tutte le competenze per risollevare le sorti di questa Regione.”

Lo ha detto la segretaria del Pd Elly Schlein all’incontro con la stampa davanti l’ospedale di Avezzano.

Glissando garbatamente sui temi nazionali – la sua candidatura all’Europarlamento – la Schlein ha preferito concentrarsi sui temi locali e sui problemi che attanagliano l’Abruzzo in particolare le aree interne: “Liste d’attesa lunghissime, Pronti Soccorso al collasso, gente che rinuncia a curarsi, questo ha prodotto il Governo Marsilio in questa Regione con la logica dei tagli alla Sanità Pubblica come sta avvenendo a livello nazionale”.

“Chiediamo al Governo più risorse per la sanità pubblica: chi è ricco sta saltando le liste d’attesa andando dal privato, chi è povero sta rinunciando a curarsi”.

Su questo è intervenuto anche il candidato presidente del Campo Largo del centrosinistra in Abruzzo Luciano D’Amico: “Il 7,6% degli abruzzesi ha rinunciato a curarsi, la mobilità passiva sta raggiungendo numeri da record, dobbiamo assolutamente invertire questa tendenza.

Questa è una regione stanca dopo cinque anni di Governo di centrodestra che non ha saputo dare le risposte che gli abruzzesi si aspettavano, pensiamo solo a questo ospedale di Avezzano per il quale erano stati annunciati progetti ambiziosi, ma più che progetti parlerei di propositi visto che non esiste nulla di concreto per il rilancio di questo presidio.”

Nella mattinata, la segretaria nazionale del PD è arrivata puntuale alle 9 ad Aielli, prima tappa del suo tour odierno nella Marsica. Durante la sua visita in municipio ha dichiarato: “In Abruzzo abbiamo costruito una coalizione che mette insieme tutte le forze alternative alla destra, e lo fa attorno alla candidatura credibile, solida e riconosciuta dalla gente di Luciano D’Amico, ex rettore dell’università di Teramo. È la dimostrazione che si può fare se ci mettiamo d’accordo su quali sono le priorità per la comunità regionale, e in Abruzzo non si tratta soltanto della questione della sanità: Salvini ha tagliato dei progetti infrastrutturali importanti come quelli che riguardano la mobilità ferroviaria tra Pescara e Roma, allo stesso tempo abbiamo da costruire nuove opportunità di lavoro, una vera politica industriale per rilanciare il territorio e permettere ai giovani di costruirsi qui un proprio futuro. Oggi incontreremo aziende agricole a Celano, saremo poi a Tagliacozzo e ad Avezzano a incontrare persone, a Sante Marie per scoprire come si può valorizzare il turismo delle aree interne, e qui ad Aielli si è dimostrato – con i murales, la bellezza, la cultura e l’arte – come si possono rilanciare i nostri borghi. Da qui parte un messaggio di speranza, di ridare fiducia ad una politica che si occupa di dare risposte concrete. Noi la viviamo così. Certo, la destra è divisa – lo sappiamo bene – e sono forse più bravi delle opposizioni a nascondere le proprie divisioni ma quando si tratta di potere – che è l’unica questione che veramente gli interessa – le divisioni emergono di nuovo, e quindi stanno litigando anche sulle candidature”.

Schlein, elezioni in Abruzzo, si è espressa anche contro la polverizzazione della Riserva del Borsacchio invitando a firmare la petizione delle associazioni.

“Mi hanno mostrato la petizione lanciata da moltissime associazioni a seguito di un fatto gravissimo: la Regione Abruzzo, con un emendamento passato di soppiatto di notte, senza prima una consultazione con la comunità di Roseto degli Abruzzi, ha deciso di polverizzare la Riserva naturale del Borsacchio, schiacciandola dai 1100 ettari attuali a 25 ettari. Pensiamo sia una scelta estremamente sbagliata”. Lo ha detto la segretaria nazionale del Pd, Elly Schlein, in visita in Marsica per la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali del 10 marzo in Abruzzo.

“L’invito che facciamo è a firmare la petizione, ad appoggiarla. Intanto il Pd si è mobilitato, ha già presentato un progetto di legge per fermare questo scempio. Sono territori che vanno tutelati, una ricchezza naturale preziosa per tutti. Per questo, l’invito è a firmare la petizione”.


Print Friendly and PDF

TAGS