Scanno XTERRA, vincono Maxim Chané e Alizéè Paties

Il francese vince la tappa per il secondo anno consecutivo, Marta Menditto cede la vittoria alla Paties sul traguardo.

di Redazione | 17 Luglio 2022 @ 18:43 | SPORT
xterra
Print Friendly and PDF

SCANNO – È la più dura ma la più bella, e per questo quella che tutti vogliono fortemente vincere. A Scanno XTERRA non è solo una gara, è una sfida con se stessi su uno dei percorsi del circuito più duri al mondo, che scoraggia qualcuno ma affascina tanti. E il francese Maxim Chané lo sa bene e per il secondo anno consecutivo mette la sua firma sulla vittoria, chiudendo al traguardo in 2:49:20. Ottimo il terzo posto dell’italiano Riccardo Ridolfi. Vittoria quasi da condividere tra Alizée Paties e Marta Menditto, con l’italiana che lascia alla francese l’onore di tagliare il traguardo per prima fermando il tempo a 3:27:53.

Ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, sono quasi 400 gli atleti pronti alla partenza sulle rive del lago a forma di cuore, circondati dal pubblico numerosissimo ad incorniciare una partenza illuminata dal sole. Due le gare in programma con partenza e arrivo sulle rive del lago: XTERRA Full – 1.5 km a nuoto + 30 km in bici con un dislivello di 1290 m + 10 km di corsa con un dislivello di 440 m; XTERRA Sprint – 0.75 km a nuoto + 12 km in bici con un dislivello di 400 m + 5 km di corsa con un dislivello di 180 m. In mezzo le tecnicissime salite e discese, le fredde e trasparenti acque del Lago, ancora una volta Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education), le scalette e i contorti vicoli che si snodano dentro il borgo, Bandiera Arancione del Touring Club.

Partono prima gli élite della gara full e Maxim Chané fa il vuoto dietro di sé già nella frazione nuoto, lasciandosi alle spalle il connazionale François Carloni e l’australiano Tom Fisher appaiati all’uscita dall’acqua, più indietro a poca distanza l’italiano Riccardo Ridolfi. La frazione bike aumenta il divario tra Chané e Carloni, mentre al terzo posto è battaglia con Ridolfi che supera Fisher al secondo giro. Sarà questo il podio sul traguardo, al termine del giro di corsa, con il francese che non riesce a migliorare il tempo fatto segnare nel 2021 ma porta a casa la seconda vittoria consecutiva a Scanno.

A dimostrazione della difficoltà della gara sono due i ritiri tra le donne élite ma restano in gara Marta Menditto, recentemente vincitrice di XTERRA Belgio e Francia, e Alizée Paties, che viaggiano appaiate in tutte le frazioni. Arriveranno così anche al traguardo quando l’italiana sceglie di lasciare il primo posto alla compagna di squadra dell’Organic Coach team secondo lei meritevole della vittoria.

Tra gli age group vittoria per Gianfranco Cucco e Katja Krenn.

Vince la Sprint Charlotte Deldaele davanti Isabel Riegler e Marie De Rolez mentre tra gli uomini sale sul gradino più alto del podio il giovanissimo Dominik Dupej, al secondo e terzo posto rispettivamente gli italiani Ivan Capone e Alessio Selleri.

Il weekend di XTERRA era iniziato sabato con la gara Kids, un duathlon (corsa, bike e corsa) all’interno del borgo storico riservato ai piccoli atleti dai 6 ai 13 anni. I più piccoli si sono dati battaglia fino al traguardo, davanti agli occhi emozionati di genitori e pubblico.

La tappa di Scanno ha assegnato 52 slot per il mondiale XTERRA, che per la prima volta nella storia del circuito lascerà Maui per approdare in Italia, sul lago trentino di Molveno.


Print Friendly and PDF

TAGS