Scacco alla banda delle carte d’identità, colpì anche all’Aquila

di Redazione | 05 Maggio 2020, @09:05 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sette persone, ritenute componenti della cosiddetta banda delle carte d’identità, sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Osimo (Ancona), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari del gip del Tribunale di Ancona.

L’ordinanza è stata eseguita nei Comuni di Napoli, Somma Vesuviana, Brusciano, Sant’Antimo e Cercola.

I 7 sono ritenuti responsabili, in concorso, di furti pluriaggravati ed alcuni di loro anche di ricettazione. Le indagini condotte dai carabinieri di Numana e coordinate dalla Procura di Ancona hanno consentito di disarticolare un gruppo criminale della provincia di Napoli, ritenuto responsabile di 22 furti in danno di uffici comunali, esercizi commerciali e agenzie di servizi nelle province di Ancona, Pesaro Urbino, L’Aquila, Benevento, Arezzo, Bari, Caserta, Salerno e Napoli.


Print Friendly and PDF

TAGS