Sardegna, motociclista marsicano muore in uno schianto

Il cordoglio di Biondi, "vicino al sindaco di Scurcola Marsicana"

di Redazione | 23 Aprile 2022 @ 18:07 | CRONACA
Sardegna muore
Print Friendly and PDF

SCURCOLA MARSICANA –  Tragico schianto in Sardegna sulla provinciale 196 tra Luras e Olbia,  a perdere la vita un marsicano. Danilo De Simone, 42 anni originario di Cappelle dei Marsi, frazione di Scurcola Marsicana, si è scontrato con la sua moto contro un pullman di una compagnia locale. Lo riporta Marsica Live. De Simone, fratello di Nicola, sindaco di Scurcola Marsicana, da anni viveva a Roma. Si trovava in Sardegna insieme a un gruppo di amici per un fare un giro con la motocicletta, sua grande passione.

Erano arrivati da poche ore a Olbia pronti a scoprire le strade sarde con le loro moto. Il pullman, che viaggiava senza passeggeri, procedeva in direzione Olbia, mentre il motociclista nella direzione opposta. Lo scontro è stato fatale per il 42enne che è morto sul colpoSul posto soccorritori del 118, vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Tempio Pausania, che stanno ricostruendo la dinamica dell’incidente.

Il cordoglio del Sindaco Biondi

“In questo momento di profondi dolore e tristezza sono vicino al sindaco di Scurcola Marsicana, Nicola De Simone, per la tragica e improvvisa scomparsa del fratello Danilo. Un lutto che ha colpito l’intera comunità scurcolese al quale  partecipa quella del capoluogo abruzzese, stretta intorno ai familiari e a Nicolino, che conosco da tempo oltre che per il ruolo istituzionale ricoperto anche per essere un dipendente del Comune dell’Aquila. A nome della Municipalità aquilana e  titolo personale giungano sincere condoglianze”

Il cordoglio dell’assessore Guido Liris

 “Esprimo vicinanza al sindaco, al quale mi lega un’antica amicizia e la condivisione della militanza politica, e all’intera comunità di Scurcola Marsicana per la tragica scomparsa di Danilo De Simone”.
“Il tragico incidente che lo ha portato via a soli 42 anni lascia attoniti e privi di qualsiasi considerazione”, aggiunge, “vittima di una delle sue più grandi passioni, la motocicletta”.
“A Nicola, ai familiari tutti e a chiunque gli abbia voluto bene, giungano le mie più sentite condoglianze”, 

Print Friendly and PDF

TAGS