Santuario di Roio Poggio: 180 giorni di attesa e speranza

di Padre Ralf (Osman Prada) | 20 Maggio 2023 @ 09:46 | IL TEMPO DI DIO
Santuario di Roio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il giorno 17 maggio -mese dedicato alla nostra madre del Cielo-, al Santuario di Roio Poggio, in mezzo a tante nuvole, pioggia e cattivo tempo  è comparso finalmente un  arcobaleno di speranza, sono stati ufficialmente affidati i lavori per il completamento dei restauri e la riapertura definitiva.

La Soprintendenza e il Segretariato, nelle persone di Augusto Ciciotti e Giovanna Cennicola hanno firmato l’affidamento dei lavori al rappresentante della ditta Mimarc di L’Aquila che, sulla base della determina firmata dal responsabile del procedimento in data 3 aprile 2023 si è aggiudicata l’esecuzione dei lavori che consisteranno nel restauro degli affreschi, dell’organo, degli apparati marmorei e dei mobili della sagrestia.

IL SANTUARIO DI ROIO, SCRIGNO DEI BEI RICORDI STORICI: Il 30 agosto 1980 Papa Giovanni Paolo II fece una visita solenne al santuario, dove recitò insieme ai vescovi e cardinali l’antica preghiera, davanti alla effigie della statua della Madonna:

“Vergine Santissima, che per la vostra immagine, dai nostri pastori migrati in terra di Puglia, felicemente rinvenuta e trasportata in Abruzzo, sceglieste come dimora e luogo di predilezione il Poggio di Roio all’Aquila, e nel grazioso tempio, eretto dalla pietà dei nostri maggiori, apriste una sorgente di doni celesti, accogliete gli omaggi che Vi rendono i vostri figli vicini e lontani; rinnovate con essi la provvida alleanza e consolateli con la vostra benedizione. Amen”.

Papa Benedetto XVI, nella Scuola sottufficiali della Guardia di Finanza di Coppito, il 28 aprile 2009, venerò la sacra effigie all’indomani del sisma durante la visita alle popolazioni colpite dal terremoto. In quella occasione il Pontefice fece dono alla Madonna di Roio di una rosa d’oro.

La durata dei lavori sarà di circa sei mesi (180 giorni) e l’augurio più bello è che possiamo celebrare un  Natale nel  nostro Santuario che   tornerà alla vita della comunità e ai devoti aquilani.  

Un augurio di buon lavoro alle maestranze affinchè portino a termine un lavoro delicato e complesso  che farà tornare allo splendore le nostre bellezze architettoniche. 180 giorni di attesa e speranza. 


Print Friendly and PDF

TAGS