Santangelo: “Lo sviluppo del turismo non può prescindere dai servizi da offrire”

di Redazione | 22 Febbraio 2024 @ 12:04 | VERSO LE ELEZIONI
Roberto Santangelo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “I Fondi di Coesione destinati alle opere programmate consentono di attivare un percorso di investimento che apre la strada allo sviluppo del turismo della provincia aquilana. Le città, ma soprattutto i borghi d’Abruzzo conservano la nostra identità culturale e custodiscono delle preziosità artistiche che hanno radici nell’Impero Romano e si intrecciano con la storia d’Italia. Abbiamo il dovere di far conoscere le ricchezze del nostro territorio e intendo continuare nell’impegno di presentare la nostra provincia anche al di fuori dei confini regionali e nazionali”.

A dirlo è Roberto Santangelo, Vicepresidente vicario del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Presidente del Consiglio Comunale dell’Aquila e candidato alle elezioni regionali del 10 marzo 2024 con Forza Italia.

“Durante i cinque anni in Consiglio Regionale abbiamo creato il Testo Unico della Cultura e il Testo Unico del Turismo, cancellando numerose leggi che spesso bloccavano immotivatamente gli iter e abbiamo finanziato, su mia proposta, iniziative ed eventi che hanno raccontato le tradizioni nei luoghi simbolo della nostra storia, come ad esempio il Festival della Transumanza che ha ripercorso il tragitto degli antichi pastori rendendo attrattivi i nostri paesi – ricorda Santangelo –

Dopo molti anni siamo riusciti a istituire l’Abruzzo Film Commission con sede all’Aquila, un obiettivo importante per promuovere i luoghi abruzzesi, generare ricchezza e occupazione e, di conseguenza, contrastare lo spopolamento delle aree interne”.

Richiamando l’opportunità data dall’Accordo di Coesione tra il Governo e la Regione Abruzzo, il Vicepresidente del Consiglio Regionale aggiunge:

“Ora potremo contare su 60 milioni per le opere destinate agli interventi sul patrimonio e sul paesaggio, mentre per riqualificare i comuni con popolazione inferiore a 30 mila abitanti saranno disponibili 78 milioni. Gli amministratori locali sono chiamati a presentare i progetti per le opere da finanziare perché grazie ai Fondi di coesione ci sono le risorse per i nostri comuni, un’occasione da cogliere oggi per pianificare uno sviluppo turistico che accolga viaggiatori interessati alle bellezze naturali e urbane della nostra terra.

Lo sviluppo del turismo non può prescindere dai servizi da offrire -sottolinea Santangelo – con oltre 25 milioni saranno potenziati gli impianti sciistici, in particolare alcuni fondi saranno destinati al collegamento Fosse di Paganica – Monte Scindarella e al piano del bacino sciistico Monte Genziana, ma sarà anche possibile completare gli impianti sportivi a Rivisondoli. Valorizziamo le nostre risorse perché crediamo nello sviluppo economico e sociale della nostra Regione. È un obiettivo che abbiamo e che vogliamo raggiungere insieme a tutti coloro che amano il nostro territorio” – conclude.


Print Friendly and PDF

TAGS