San Salvatore, ecco gli altri 7 posti di sub intensiva. Grimaldi: “Alta tecnologia”

Testa: "La macchina va avanti con grande gioco di squadra"

di Matilde Albani | 13 Aprile 2021 @ 11:48 | ATTUALITA'
7 posti di sub intensiva
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Con l’inaugurazione di ulteriori sette posti letto, sono state completate le stanze di Terapia Sub-Intensiva all’interno del reparto di malattie infettive dell’Ospedale San Salvatore. Erano presenti, tra gli altri, il manager Roberto Testa, il direttore di malattie infettive Alessandro Grimaldi  e l’assessore comunale Maria Luisa Ianni.

Questo secondo lotto si aggiunge al primo, attivato recentemente, che porta a 15 i posti letto che il reparto, in caso di necessità, può utilizzare per accogliere pazienti con necessità di ventilazione non invasiva, cioè al di fuori dei casi in cui debbano essere intubati.

A completamento del sensibile miglioramento strutturale, tecnologico e operativo, compiuto all’interno del reparto di malattie infettive, è stata ristrutturata la stanza riservata alla somministrazione di cure monoclonali per pazienti covid. Tali terapie riguardano i soggetti fragili che si trovano in una prima fase di entità lieve-media della malattia, per evitare che si aggravino e debbano essere ricoverati in ospedale.

L’accresciuta capacità operativa del reparto, che si avvale anche di 12 stanze a pressione negativa, a garanzia della sicurezza dei pazienti, rappresenta una risorsa supplementare sul fronte della pandemia non solo per il territorio dell’Aquila ma per tutta la provincia.

“Un ciclo di lavori fatti bene e rapidamente – ha detto Grimaldi a Laquilablog -. 15 posti della nostra dotazione sono stati trasformati in stanze di degenza ad alta tecnologia con monitor e telecamere che controllano i pazienti h24″.

L’intervista a professor Alessandro Grimaldiprimario del Reparto di malattie infettive dell’Ospedale San Salvatore

L’intervista a Roberto Testa, direttore generale della Asl1.


Print Friendly and PDF

TAGS