San Salvatore: da 80 tamponi al giorno adesso siamo a 30. Parlano giovani medici: L’Aquila numeri bassi

di Redazione | 24 Aprile 2020, @01:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Giovani all’inizio della loro carriera, diventati di colpo  in “trincea”nella lotta al Covid. Lavorano senza sosta e certo la specializzazione non se la immaginavano così. Franco Tonello, specializzando del 4° anno in medicina interna è stato assunto con contratto di collaborazione continuativa e coordinata insieme a Luca Spada, specializzando in medicina di emergenza ed urgenza al 3° anno. Sono stati  “arruolati “ nel reparto di malattie infettive del San Salvatore. Si occupano di tamponi, dentro e fuori il nosocomio aquilano.

“Siamo partiti da una media di 80 al giorno ai 30 di oggi – racconta il dott Tonello, – numeri che aumenteranno di nuovo per lo screening che si farà sul personale sanitario. Finora ne abbiamo eseguiti circa duemila, seicento solo per personale dell’ospedale, tutti processati a Teramo”. Gli aquilani autoctoni? chiediamo. “Numeri bassi” ci risponde.


Print Friendly and PDF

TAGS