San Pio delle camere, Polizia e carabinieri bloccano rave party

Il raduno “Mountain Revers” si sarebbe dovuto svolgere il prossimo fine settimana nella “Pineta Cerquelle”

di Redazione | 02 Giugno 2022 @ 15:56 | CRONACA
rave party
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Nel pomeriggio di ieri è giunta notizia alle forze di polizia che alcuni ragazzi avrebbero avuto l’intenzione di organizzare nei prossimi giorni un rave party in una imprecisata località in prossimità della città dell’Aquila, al quale avrebbero partecipato soggetti provenienti da altre regioni d’Italia e dall’estero.

Gli operatori della polizia di Stato e dell’arma dei carabinieri attraverso l’intensificazione di specifici servizi di vigilanza e osservazione hanno individuato alcuni camper e diverse autovetture, parcheggiate in prossimità della località “Pineta Cerquelle”, nel Comune aquilano di San Pio delle Camere, da dove proveniva musica ad alto volume.

Sul posto sono prontamente intervenuti oltre 30 poliziotti e carabinieri che hanno constatato la presenza di circa 100 persone che avevano appena iniziato a festeggiare, consumando bevande alcoliche e ascoltando musica attraverso un impianto di amplificazione audio appositamente installato per l’occasione.

Dopo una fase di mediazione, durante la quale venivano identificati i partecipanti, alcuni già noti alle Forze di polizia, gli operatori sono riusciti a far desistere gli organizzatori dai loro propositi, allontanandoli dal luogo prescelto per l’evento, e a sgomberare l’area dalle attrezzature sonore appena montate.

Il pronto intervento congiunto della polizia di Stato e dell’arma dei carabinieri ha permesso di riscontrare l’organizzazione di un raduno non autorizzato, denominato “Mountain Revers” che si sarebbe dovuto svolgere il prossimo fine settimana proprio in località “Pineta Cerquelle” di San Pio delle Camere e che certamente avrebbe richiamato una grande quantità di persone.

Sono stati, pertanto, intensificati i servizi preventivi e di controllo sulle strade afferenti la località interessata dall’iniziativa, al fine di prevenire l’eventuale organizzazione di eventi non autorizzati pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

È, infine, in corso di valutazione la posizione degli organizzatori dell’evento che non ha avuto alcuna autorizzazione da parte del Comune, titolare dell’area dove si stava tenendo la festa.


Print Friendly and PDF

TAGS