San Pietro a Coppito, ma quando apre? Dal 2018 manca solo la pavimentazione

di Alessio Ludovici | 20 Settembre 2020 @ 06:10 | ATTUALITA'
san pietro
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Durante la presentazione del restauro nel 2018 la Soprintendenza ne aveva annunciata l’apertura per la primavera del 2019, del resto mancavano solo i pavimenti da fare. Poi si è detto fine 2019. A inizio 2020, è la volta del Segretariato regionale per i Beni Culturali, si è detto entro il 2020. Siamo quasi a ottobre ma il pavimento nella chiesa di San Pietro a Coppito, una delle chiese capoquarto, non c’è ancora.

Ce lo conferma anche don Francesco Leone, il parroco di San Pietro. I parrocchiani oggi si vedono nella Chiesa del Crocifisso,  annessa da un punto di vista ecclesiastico a quella di San Pietro, a volte a San Silvestro per riavvicinarsi un po’. “Non stanno male ma – ricorda Don Francesco – quella è la chiesa Capoquarto, e i quarti sono il vero cuore della città storica”.

Nell’aprile 2018 aveva benedetto anche le nuove campane di San Pietro, arrivate direttamente da Agnone, che rimangono lì, in attesa che qualcuno le suoni. Come il nuovo orologio della bella torre magnificamente restaurata che segna l’una e venti di chissà quale giorno ormai.

L’unica sostanziale novità dal 2018 sembrerebbero essere le varietà di piante che crescono sulla scalinata e il sagrato della Chiesa. Per l’apertura ai fedeli e a tutti gli altri probabilmente se ne riparla in un altro anno.

Un piccolo lotto di lavori, i pavimenti, su un restauro costato già 4milioni e 700mila euro.

Stesso discorso per la fontana sulla piazza, ripulita da abitanti e volontari qualche anno fa, tra i puntelli che la circondano sono rinati rigogliosi e verdi arbusti. Don Francesco anni fa aveva anche immaginato e proposto un’interessante modifica al corteo della Perdonanza, con quattro spezzoni in partenza dalle quattro chiese e piazze Capoquarto, proprio a voler significare simbolicamente la storia cittadina, che è storia dei Quarti e dei castelli del territorio che li fondarono: ci sarà da aspettare.


Print Friendly and PDF

TAGS