San Gregorio, prosegue la bonifica dell’area del cimitero. Asbuc: “Discariche opera di vandali”

di Redazione | 21 Febbraio 2022 @ 17:42 | AMBIENTE
paganica bonifica
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’amministrazione separata beni di uso civico di Paganica e San Gregorio (Asbuc)  avvia la campagna 2022 di riqualificazione ambientale, proseguendo l’intervento di riqualificazione dell’area adiacente al cimitero di San Gregorio, frazione del comune dell’Aquila, con la bonifica di numerose discariche abusive di materiale edile e di rifiuti ingombranti.
A renderlo noto Fernando Galletti, presidente dell’Asbuc. “L’area in questione – spiega Galletti – è stata presa di mira da persone incivili che hanno a spregio il bene comune,  prive di scrupoli, che hanno abbandonato considerevoli quantità di laterizi vari, come massi di calcestruzzo, pietre, toppe di asfalto, e ancora pneumatici e cataste di materassi.

Uno scempio intollerabile, ad opera, ne siamo certi, di persone che non sono del luogo. I nostri sforzi sono così finalizzati a far sì che tutto sia ripristinato, restituendo decoro e bellezza all’area, ridando dignità ai nostri cari defunti, che non meritano di essere circondati da una grande discarica”.

L’opera di bonifica a cura dell’Asbuc, sottolinea il presidente, è a buon punto. “Abbiamo riaperto la vecchia strada di piano, abbiamo realizzato, mediante l’ausilio di tre muri di betonelle reggiterra, un ampio parcheggio e tre gradoni piantumati a dovere. C’è però ancora molto da fare: occorre bonificare il fianco esterno sinistro del cimitero, al di fuori del muro di recinzione, senza tralasciare il fianco della montagna, squarciato da piste verticali su tutta l’area civica”.


Print Friendly and PDF

TAGS