Salmonella nel Vera. Gsa: “Sversamenti vanno perseguiti, pronti anche moduli mobili per le criticità”

di Redazione | 06 Luglio 2022 @ 12:11 | ATTUALITA'
sversamenti nel vera
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – In riferimento alle notizie pubblicate su alcuni organi di stampa, relative al divieto di utilizzo delle acque del fiume Vera per la salmonella, Gran Sasso Acqua spa tiene a chiarire alcuni passaggi sul depuratore di Pontignone.

“Stiamo lavorando a pieno regime sui nuovi depuratori nei territori gestiti dall’azienda” spiega il presidente Alessandro Piccinini “proprio quello di Pontignone è stato realizzato con un investimento di circa 400mila euro, non è pertanto ascrivibile alla gestione aziendale alcuna responsabilità relativa a presunti sversamenti, che certamente dovranno essere oggetto di controlli e approfondimenti da parte delle autorità competenti”.

“L’impegno di Gran Sasso Acqua spa è totale” prosegue il presidente “quest’anno entreranno in funzione i depuratori di Sassa-Scoppito e Cermone-Pizzoli, abbiamo previsto l’adeguamento del depuratore Barisciano-Rocca di Mezzo e i nuovi collettori per il Comune di Cagnano Amiterno. Le criticità più importanti, saranno fronteggiate con moduli mobili che abbiamo provveduto a reperire nel pieno rispetto della normativa ambientale, e nell’ambito dei delicati equilibri di bilancio di una società partecipata con 36 Comuni soci”.

“Siamo vicini agli allevatori e alle aziende agricole che lavorano nelle aree di Bazzano, Paganica e San Gregorio, consapevoli degli enormi sacrifici che sono costretti a fronteggiare, aggravati dalla siccità, e proprio per tali ragioni – conclude Piccinini – siamo a loro completa disposizione per dare contezza su quanto è stato fatto dalla Gran Sasso Acqua sul Vera, sulla correttezza del proprio operato e sulla sicurezza delle acque, auspicando verifiche immediate da parte degli organismi competenti per scovare e segnalare eventuali scarichi abusivi”.


Print Friendly and PDF

TAGS