Rugby L’Aquila. Scopano: “Adesso sentiamo che la città è con noi”

Ieri all'auditorium del parco del castello la presentazione ufficiale della squadra e della stagione. Si parte con il derby di domenica 9. Il presidente: "Pronti a portare a casa buoni risultati"

di Marianna Gianforte | 06 Ottobre 2022 @ 06:18 | SPORT
rugby l'aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Prima di tutto chiudere una fase, un ‘ieri’ combattuto orgogliosamente in serie C, quando un futuro più prestigioso era soltanto un sogno. Poi aprirne un’altra, un ‘domani’ in serie B, da onorare con tutti i crismi, e soprattutto con un campionato dal quale fare emergere la voglia di conservare quel sogno avverato il più a lungo possibile. ‘Chi sogna può volare’ è d’altra parte lo slogan scelto per la maglietta evento distribuita dalla Rugby L’Aquila all’indomai della promozione, arrivata dopo aver domianto il girone di serie C a testa alta. Adesso c’è tutto, c’è la squadra (manca ancora qualche elemento a dire il vero), c’è lo stadio Fattori risistemato nel corso dell’estate proprio dalla società, c’è L’Aquila, che incomincia a fare sentire la sua vicinanza e il suo coinvolgimento dopo un’iniziale e ‘dolorosa’ diffidenza. Ora, dunque, si fa sul serio:

“Non dico che puntiamo a vincere il campionato, ma giocheremo dando il massimo”

ha tenuto a sottolineare ieri il presidente Mauro Scopano, amministratore dell’Aterno gas & power, nella giornata della presentazione ufficiale della squadra e della stagione, affidata alla maestria di Claudia Mercurio. Una presentazione avvenuta in quella location che è ormai entrata nel cuore degli aquilani proprio come Scopano si augura che entri anche la squadra aquilana, l’auditorium del parco del castello, dai colori un po’ sbiaditi a dire la verità (avrebbe bisogno di manutenzione, ma questa è un’altra storia); a colorare però tutto il contesto ci hanno pensato i ragazzi, commossi a dispetto della loro maestosità e pure forse un po’ intimoriti da tanta festa e dalla presenza, tra gli altri, del sindaco Pierluigi Biondi. Primo step, dunque, la consegna del premio dalle mani del vicepresidente federale Morelli, per onorare la promozione e salutare definitivamente il ‘ieri’ in serie C.

Età media 24 anni, considerando la presenza di atleti più esperti e atleti più giovani, ma tutti pronti e preparati. E speriamo che l’emozione sia quel tanto che basta a far battere il cuore, ma non a sopraffare la lucidità che servirà già domenica 9, sul campo del Paganica Rugby. I ragazzi della Rugby L’Aquila affronteranno il Paganica Rugby con puntiglio sì, ma anche consapevoli della preparazione di una squadra per il nono anno consecutivo in campo per la serie B: insomma, si incomincia subito a fare sul serio. Dieci squadre, 18 partite: questa la stagione che attende i rugbisti aquilani, come ha spiegato Scopano. 

“Ancora abbiamo bisogno di qualche unità in più per poterci garantire un campionato senza dover soffrire com’è stato l’anno scorso, stagione turbolenta perché abbiamo dovuto affrontare partite in cui eravamo 16, insomma, un campionato abbastanza sofferto. Quest’anno i numeri sono un po’ più importanti, però ci manca ancora qualche elemento e stiamo lavorando per consolidare la rosa. La qualità della squadra è ottima per il campionato che ci apprestiamo ad affrontare e sul campo potremo dire la nostra, divertirci e raccogliere buoni frutti. La parenza – ammette Scopano – è stata un po’ confusionaria perchè abbiamo avuto dei ripescaggi non più tardi di due giorni fa. Fortunatamente non ci ha scompaginato più di tanto. Gli obiettivi sono di lungo termine: innanzitutto lo stadio Fattori, obiettivo già raggiunto. Abbiamo preso la gestione per un anno (e speriamo si possa prolungare anche nei prossimi anni), abbiamo investito 100mila euro per migliorare il terreno di gioco, per gli ambenti circostanti, le panchine e il cartellone. Dal punto di vista sportivo, gli obiettivi dipendono da ciò che saremo in grado di fare come squadra, come tifosi. Penso che i risultati arriveranno”.

“Forza Rugby L’Aquila, che domenica inizia il campionato di serie B – ha detto Biondi incitando la squadra -. Ai giocatori, allo staff tecnico e societario, al presidente Scopano, auguri per una stagione di qualità nel nome della nostra città. Il rugby all’Aquila è tradizione, orgoglio, è parte del nostro Dna sportivo. Noi ci crediamo: oltre agli investimenti fatti dalla società sullo stadio Fattori l’amministrazione impiegherà 1,5 milioni di euro per riqualificare lo storico impianto sportivo con il fondo complementare al Pnrr per le aree sisma”.


Print Friendly and PDF

TAGS