Ritardo vaccini e vertici Asl oggi in consiglio comunale

di Alessio Ludovici | 19 Febbraio 2021 @ 06:08 | POLITICA
consiglio comm inchiesta bussi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Una primula non fa primavera. Come prevedibile tra i primi indirizzi del nuovo governo in merito alla campagna vaccinale c’è la dismissione del progetto delle Primule. Milioni di euro che sarebbero dovuti essere spesi per queste famose strutture colorate in cui procedere con la campagna vaccinale. Draghi ha fatto capire che si utilizzeranno le strutture già esistenti, come in tutti gli altri paesi: palestre, caserme, teatri, aeroporti. Pur in carenza di vaccini la questione dei punti di somministrazione sarà fondamentale e andrà organizzata per tempo. Per di più, come denuncia l’associazione di amministratori locali Ali Abruzzo, la campagna vaccinale mostra, nella nostra Regione Abruzzo, un andamento che preoccupa.
“L’immunizzazione per gli ultraottantenni – scrive Ali Abruzzo – che sta partendo in questi giorni in Abruzzo, procede, invece, spedita in altre regioni: basti guardare la provincia di Bolzano, quasi 14 mila ultraottantenni vaccinati a fronte di una popolazione che è il 40% di quella Abruzzese.”

I punti di somministrazione

L’associazione chiede un tavolo di confronto con la Regione Abruzzo per organizzare speditamente l’ampliamento dei punti di somministrazione, soprattutto in vista di una maggiore disponibilità di sieri come AstraZeneca e Johnson & Johnson che, non richiedendo catene logistiche complesse, potranno essere somministrati in spazi messi a disposizione dai Comuni.

Oggi all’Aquila il consiglio comunale sulla sanità

Oggi, intanto, si terrà all’Aquila un altro consiglio comunale straordinario sulla sanità.  La sua convocazione è  segnata da polemiche tra maggioranza e opposizione ma anche all’interno della stessa compagine di maggioranza.

All’inizio il consiglio doveva essere in presenza. Con il passaggio in zona arancione ed in seguito ad una richiesta in tal senso della Asl, si è virato su un consiglio in videoconferenza. Ieri, infine, iIl presidente del consiglio comunale, Roberto Tinari, alla fine ha scelto per una seduta mista. Chi vorrà potrà andare all’Emiciclo, gli altri potranno seguire i lavori in streaming.

Il nuovo direttore sanitario

Al consiglio comunale sono invitati anche i vertici della Asl aquilana che proprio ieri ha deciso il nome del suo nuovo direttore sanitario, il pescarese Alfonso Mascitelli. L’ennesimo cambio in corsa di questa pandemia nella governance della sanità del territorio e una nomina che certamente rischia di produrre nuove crepe e nuove frizioni all’interno del centrodestra. Mascitelli infatti aveva aperto un contenzioso con la Regione quando fu sostituito all’Agenzia sanitaria regionale dall’aquilano Cosenza

Print Friendly and PDF

TAGS