Riprendono le ricerche dei 4 escursionisti dispersi sul Velino. In campo oltre 200 soccorritori

di Redazione | 27 Gennaio 2021 @ 10:32 | CRONACA
Riprendono le ricerche dei 4 escursionisti dispersi sul Velino
Print Friendly and PDF

MASSA D’ALBE – Riprendono le ricerche dei 4 escursionisti dispersi sul Velino. Sono riprese all’alba le ricerche dei 4 escursionisti dispersi sul monte Velino. L’area di ricerca è stata ampliata. In campo ci sono oltre 200 uomini tra il personale del Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Forestali, Polizia Provinciale, Vigili Urbani, 9 °Reggimento Alpini, Protezione Civile.  A lavoro anche 3 gruppi cinofili. Le attività odierne sono iniziate con il trasporto in quota a bordo degli elicotteri dei soccorritori, sono state impiegate anche delle speciali cariche esplosive, giunte dal Soccorso Alpino della Valle d’Aosta, per bonificare le creste e far scendere neve pericolosa accumulata dalla valanga. Questa operazione consente di far scendere la neve che potrebbe ostruire il passaggio dei soccorritori.

Anche nella giornata di ieri sono state fatte esplodere delle delle mini cariche nella parte alta della Valle Majelama, per permettere ai soccorritori di operare in sicurezza. Poi, le attività sono state sospese intorno alle 17.30 per il sopraggiungere del buio. 

Riprendono le ricerche dei 4 escursionisti dispersi sul Velino.

L’area dove si concentrano le ricerche si trova infatti a dieci km a piedi dal campo base di partenza. Escluso l’uso dell’escavatore, la valanga dovrà essere perlustrata e scavata a mano, con l’uso delle pale. Gli Alpini del IX reggimento L’Aquila hanno montato due tende pneumatiche riscaldate, da poter usare per i briefing, come ricovero o refettorio. Montata anche una postazione radio di raccordo tra campo base e operazioni in quota. 
 
I quattro escursionisti erano nella mattinata del 24 gennaio per una passeggiata in montagna, non avevano gli sci al seguito, ma non sono rientrati a casa e il papà di uno di loro ha allertato il Soccorso Alpino. Gli escursionisti, partiti dal Rifugio Casale da Monte, hanno lasciato le macchine lì, dove tuttora si trovano.   Non si sa dove i quattro fossero diretti, quello che è certo è che non sono rientrati in serata e che non rispondono ai cellulari, oggetto di geolocalizzazione da parte del Soccorso Alpino e Speleologico per orientare le ricerche.
 
 

Print Friendly and PDF

TAGS