Rimborsi studenti fuori sede, Uil scuola rua: “Riparata un’ingiustizia”

di Redazione | 05 Marzo 2021, @01:03 | ATTUALITA'
Rimborsi studenti fuori sede
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La federazione Uil Scuola Rua Abruzzo, dopo la ferma presa di posizione espressa con il comunicato dell’8 maggio 2020 e ribadita lo scorso mese di novembre, accoglie con soddisfazione la decisione della Regione Abruzzo di dare il via libera all’avviso per i rimborsi agli studenti universitari fuori sede per gli affitti relativi al primo periodo dell’emergenza sanitaria.

Dice il segretario regionale Marco Angelini: “Siamo dell’avviso che la Regione non poteva stare a guardare: la permanenza nel territorio di sua pertinenza di studenti provenienti da altre parti d’Italia è significativa. Non ci è voluto molto a dimostrare che, in tempo di covid, sul fronte studentesco universitario si è fatto pochissimo anzi, oseremmo dire, quasi nulla. A rimetterci sarebbero stati i ragazzi che hanno scelto di proseguire gli studi: questi, pur di non rinunciare ad una propria crescita culturale e professionale, si sono sobbarcati centinaia di chilometri di viaggio dai loro luoghi di provenienza, pagando di loro pugno i costi spesso esosi dell’alloggio. Cost che, per colpe non loro, sono stati costretti a versare praticamente in bianco”.

Le università e gli studenti sono fondamentali per il territorio: “Oltre ad essere – prosegue Angelini – il mondo della conoscenza, dell’istruzione superiore, della ricerca, ed enti per eccellenza deputati allo sviluppo di studi di fattibilità e progetti per accedere alle risorse regionali, nazionali e europee per il rilancio dell’economia, sono un indotto importante nelle zone dove operano. Ed è per questo che la Regione e i comuni importanti devono fare la loro parte, hanno il dovere morale e materiale di sostenere con tutti gli strumenti a loro disposizione gli atenei e i loro studenti”.


Print Friendly and PDF

TAGS