Ricostruzione scuole, giunta comunale approva progetti per Bagno e San Giovanni Bosco

di Redazione | 03 Marzo 2020, @03:03 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Giunta comunale dell’Aquila ha approvato i progetti di fattibilità tecnica ed economica per interventi sulle scuole di Bagno Grande e di San Giovanni Bosco. L’investimento complessivo per entrambe è superiore ai 2 milioni di euro.

In particolare, a Bagno Grande è prevista la demolizione della scuola primaria e la ricostruzione di una scuola d’infanzia (1 milione e 300mila euro), mentre opere di ristrutturazione e miglioramento sismico interesseranno la scuola d’infanzia San Giovanni Bosco (731mila euro circa, 350mila euro dei quali già disponibili, mentre 381mila euro sono stati richiesti al Cipe).

“Come già affermato in altre occasione, e come dimostrano i fatti – ha commentato il sindaco Pierluigi Biondi – andiamo avanti con la ricostruzione delle scuole, mentre gli altri fanno chiacchiere sull’edilizia pubblica e scolastica”.

“In diverse occasioni ho interessato i vari organismi dello Stato su questo argomento – ha proseguito Biondi – da ultimo, a dicembre, ho consegnato le nostre proposte per snellire e rendere più agile e veloce la ricostruzione scolastica al ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, mentre a gennaio abbiamo avuto uno specifico incontro con il coordinatore della Struttura di missione, Fabrizio Curcio, alla presenza dei delegati delle strutture ministeriali dell’istruzione, centrali e locali”.

“Torneremo ancora alla carica ma, al momento, continuiamo a essere sostanzialmente ignorati – ha detto ancora Biondi – . Nonostante ciò, non siamo e non siamo mai stati fermi su questo fronte delicatissimo, tanto è vero che i progetti relativi ai fabbricati di Bagno Grande e di San Giovanni Bosco appartengono al pacchetto di interventi programmati per 54 milioni di euro, dei quali 23 in progettazione”.

Il presente messaggio, corredato dei relativi allegati, contiene informazioni confidenziali e riservate, tutelate legalmente dal Regolamento UE n.679/2016 e da leggi civili e penali in materia, ed è destinato esclusivamente al destinatario sopra indicato, il quale è l’unico autorizzato ad usarlo, copiarlo e, sotto la propria responsabilità, diffonderlo.

Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente, distruggendone l’originale, ed è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone non autorizzate costituisce condotta punibile penalmente ai sensi degli artt.616 e 618 c.p.p. e che tutti i danni che dovessero derivare, al mittente o a terzi, a causa di tale illecita condotta saranno oggetto di tutela risarcitoria ex art.2043 c.c. dinanzi alla competente autorità giudiziaria.


Print Friendly and PDF

TAGS