Ricostruzione, c’è deroga Comune L’Aquila per liquidare sal alle imprese

di Redazione | 20 Marzo 2020, @01:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “In deroga ai contratti tra impresa e proprietari consentiamo a tutte le imprese che hanno sospeso i lavori di contabilizzare gli stati di avanzamento (sal) maturati, purché siano superiori a 50 mila euro, e di inoltrarlo al Comune per la successiva liquidazione, alla ripresa tutti quelli che hanno beneficiato saranno sottoposti a controllo per verificare che quanto dichiarato sia stato fatto”.

Lo ha annunciato il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, durante l’ormai consueta conferenza stampa virtuale su Facebook, a proposito dei provvedimenti adottati dal Comune per mitigare la crisi causata dall’emergenza Coronavirus.

“Abbiamo ritenuto opportuno dare un segnale di sostegno alle aziende che in questi giorni, e non sappiamo ancora fino a quando, hanno sospeso i lavori a causa dell’epidemia di Covid19 – hanno spiegato poi in una nota sindaco e assessore Vittorio Fabrizi – . In deroga ai contratti sottoscritti con i titolari del contributo per la ricostruzione le ditte potranno presentare al Comune i Sal per la successiva liquidazione. Chiaramente dovranno essere quelli maturati sino alla data della sospensione delle opere a causa dell’emergenza purché superiori alla somma di 50mila euro”.

“La ripresa dei cantieri dovrà essere comunicata due giorni prima al Comune che attiverà un sistema di controllo al fine di verificare la veridicità delle dichiarazioni rese per ottenere la corresponsione dello stato di avanzamento dei lavori”, concludono sindaco e assessore. (m.sig.)


Print Friendly and PDF

TAGS