Ricordando Zazzà, simbolo di Tornimparte

di Enrico M. Rosati | 03 Gennaio 2023 @ 17:06 | RACCONTANDO
Enzo
Print Friendly and PDF

Domani i funerali di Enzo Rampini, noto a tutti come Zazzà, imprenditore determinato e capace, che, insieme alla moglie Ines,  ha fatto dell’arte del panificare  un baluardo del territorio, diventandone in un certo senso, simbolo.

A pochi passi dalla Chiesa di San Panfilo, il suo forno impregnava l’aria dell’odore del  pane appena sfornato, offrendo un particolare benvenuto a compaesani, passanti o turisti. Crosta croccante ma non troppo spessa, mollica morbida per tutto il giorno come appena sfornato, il pane di Zazzà, pioniere del cibo a km. 0, è sempre stato  protagonista di piatti e tavolate locali e non solo. 

In molti oggi piangono il padre  del sapore della propria infanzia.  Zazzà è un nome che subito fa ripensare alle corse autunnali verso casa a ora di pranzo per potersi sedere a tavola con i nonni e gustarsi delle panonte con il guanciale o ai panini mangiati sotto gli alberi nella bella stagione. 

I suoi figli continueranno ad offrirci questo  prodotto d’eccellenza, sulle orme tracciate dal loro  papà.


Print Friendly and PDF

TAGS