Riconoscimento internazionale per Inverardi: “fellow” dell’Association for computing machinery

di Redazione | 24 Gennaio 2022 @ 16:05 | TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
Paola Inverardi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Prestigioso riconoscimento internazionale per Paola Inverardi, ordinaria di Informatica al DISIM (Dipartimento di Ingegneria, Scienze dell’Informazione e Matematica) e ex rettrice dell’Università dell’Aquila.

La professoressa Inverardi è stata nominata tra i 71 nuovi Fellows dell’ACM, l’Association for Computing Machinery, la più grande e importante associazione internazionale di Informatica, con la seguente citazione: “For contributions to software architecture”.

Si tratta di un titolo che dal 1993 l’ACM attribuisce ogni anno all’1% circa dei suoi oltre 110 mila membri per l’impatto e l’innovatività delle loro ricerche, uno dei massimi riconoscimenti che possano essere ottenuti nel settore.

Per diventare Fellows dell’ACM, bisogna essere proposti, mediante formale lettera di presentazione, da altri 5 membri. La nomina a Fellow prevede un premio e una borsa di studio e costituisce il più alto grado onorario di appartenenza riservato ai membri dell’associazione.

Paola Inverardi è uno dei tre docenti italiani inseriti nella lista dei 71 Fellows nominati nel 2021, un elenco di cui fanno parte professori di prestigiose università di tutto il mondo. Gli alti due sono Pierangela Samarati (Università degli Studi di Milano) e Luca Trevisan (Università Bocconi).

Con i nuovi nominati, attualmente sono solo otto i dipartimenti universitari italiani che annoverano tra le loro fila ACM Fellows

Il Professore Guido Proietti, Direttore del DISIM osserva quindi che “I sistemi software sono strutture molto complesse che contengono milioni di linee di codice e coinvolgono decine di team di sviluppo. L’architettura di un sistema software è alla base della sua progettazione, e ne influenza le caratteristiche in tutto il ciclo di vita. Poter annoverare tra i membri del nostro dipartimenti uno dei massimi esperti mondiali in un ambito così strategico, come certificato dall’ACM, rappresenta per noi motivo di grande orgoglio.”  

Il Rettore Edoardo Alesse, congratulandosi con la prof.ssa Inverardi, esprime “grande soddisfazione per l’importante riconoscimento ottenuto”.

Fondata a New York nel 1947, l’ACM riunisce professionisti dell’informatica, professori universitari e ricercatori governativi, dell’industria e del mondo accademico, con l’obiettivo di favorire il progresso dell’informatica, lo scambio di informazioni e competenze, la condivisione delle risorse per affrontare le sfide del settore, promuovendo politiche e ricerche che vadano a beneficio della società.

L’ACM è organizzata in oltre 171 capitoli locali e 37 gruppi di interesse speciale (SIG), attraverso i quali conduce la maggior parte delle sue attività. Inoltre, ci sono oltre 500 capitoli di college e università. Molti dei SIG sponsorizzano regolarmente conferenze, che sono diventate famose come la sede principale per la presentazione di innovazioni in determinati campi, e pubblicano anche un gran numero di giornali, riviste e bollettini specializzati.

La cerimonia di premiazione alla quale parteciperà la prof.ssa Inverardi si terrà in presenza nel mese di giugno 2022, negli Stati Uniti, a San Francisco (California).

Link:

La lista completa degli Acm Fellows nominati nel 2021 https://bit.ly/3G2ZBVK


Print Friendly and PDF

TAGS