Riapre a Tussio l’ “Antica Dimora del Tratturo Magno”

Il borgo, frazione del comune di Prata d'Ansidonia, ospita la dimora storica del padre della Perdonanza moderna

di Redazione | 19 Agosto 2022 @ 16:22 | EVENTI
tratturo magno
Print Friendly and PDF

L’AQUILA. Il fuoco del Morrone passa da Tussio, con una piacevole sorpresa: la dimora di don Tullio de Rubeis riapre le sue porte e con essa l’Antica Dimora del Tratturo Magno.

Fu proprio Tullio de Rubeis, ex sindaco dell’Aquila, nel 1983 a volere che la Perdonanza riprendesse il giusto slancio, ripristinando il Corteo della Bolla nel percorso moderno che precede l’apertura della Porta Santa. 

La data stabilita per l’inaugurazione dell’Antica Dimora del Tratturo Magno è dunque, una scelta fortemente voluta dalla famiglia de Rubeis che, pur mantenendo privata la storica dimora padronale, Casa de Rubeis, apre invece, l’intero borghetto, minuziosamente recuperato, agli ospiti che cercano un soggiorno tranquillo e suggestivo.

Nella Dimora rinascono le antiche grotte, le mangiatoie, i vecchi locali di lavorazione del vino, caratterizzati dall’uso della pietra naturale affiancata, nel restauro, a materiali come il corten e all’utilizzo di tecniche moderne per offrire il massimo comfort.

La struttura conta 5 stanze, 1 stanza dedicata al Day Spa e una particolarissima area benessere interamente scavata nella roccia con vasca idromadsaggio, bagno turco, sauna e doccia emozionale, Jacuzzi. Ogni stanza ha una sua propria caratteristica distintiva: il Granaio, la Scuola, lo Scorcio, il Grottino con l’inchino medioevale, il Focolaio e il Giaciglio.


Print Friendly and PDF

TAGS