Riapertura impianti sci, ordinanza di Marsilio: linee guida su distanziamento e sanificazioni

di Redazione | 08 Febbraio 2021 @ 18:49 | ATTUALITA'
Tribunali Marsilio fascismo
Print Friendly and PDF

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza numero 5 relativa all’approvazione delle “Linee guida per l’utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici da parte degli sciatori amatoriali” per i sistemi e gli Impianti a fune censiti sul territorio regionale. Come noto la riapertura è prevista dal 15 febbraio.

Quale misura preliminare, si legge, è necessario limitare il numero massimo di presenze giornaliere mediante l’introduzione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili, che tenga conto non solo delle quote giornaliere ma anche di quelle settimanali e stagionali, determinato in base alle caratteristiche della stazione/area/comprensorio sciistico.
Tra gli elementi principali, inoltre, i gestori dovranno adottare sistemi di prenotazione che siano in grado di consentire una gestione strutturata del numero di utenti che possono effettivamente accedere ai comprensori sciistici ed ai relativi impianti di risalita per ciascuna singola giornata, coordinandosi con le Autorità Sanitarie locali e con le strutture ricettive.
Viene inoltre previsto un incremento delle “operazioni di sanificazione negli ambienti utilizzati (spazi comuni e aree riservate al personale). Un’attenzione speciale deve essere data alla pulizia delle aree comuni come misura
generale di prevenzione per l’epidemia da Coronavirus. La sanificazione di superfici che vengono spesso toccate – maniglie, pulsanti dell’ascensore, corrimano, interruttori, maniglie delle porte etc – dovrà essere particolarmente accurata, scrupolosa e frequente.”
“Dovranno essere creati percorsi che garantiscano il distanziamento sociale di almeno 1 m, che andranno opportunamente segnalati, nella fase di accesso alle biglietterie e successivamente agli impianti di risalita, riducendo la formazione di gruppi. Dove possibile, utilizzare percorsi distinti di entrata ed uscita degli utenti, per
evitare l’incrocio dei flussi. Qualora non risultasse possibile, creare opportune delimitazioni anche fisiche dei due percorsi rispettando il distanziamento di almeno 1mt. L’ingresso e l’uscita del cliente dalla struttura deve avvenire garantendo i percorsi e il distanziamento sociale”. E’ inoltre prevista la capienza dimezzata su cabinovie e funivie. 


Print Friendly and PDF

TAGS