Reti Ten-T, Marcozzi: “L’inserimento Abruzzo è ok. Il frutto di un lavoro portato avanti per anni”

Soddisfazione arriva anche da Sigismondi e Testa:

di Redazione | 15 Dicembre 2021 @ 14:50 | POLITICA
marcozzi
Print Friendly and PDF

PESCARA – “L’inserimento dell’Abruzzo nelle Reti Ten-T, come da proposta legislativa della Commissione Ue sulla rete europea, è una grande notizia per la nostra regione. Si tratta di un obiettivo che avevamo previsto nei nostri programmi di governo della regione e per cui abbiamo lavorato fin dall’inizio della nostra attività in Consiglio regionale. Lo scopo è sempre stato quello di inserire l’Abruzzo nella cartina geografica d’Europa, e per raggiungerlo ci siamo attivati sia nelle istituzioni, con il deposito di documenti pubblici per chiedere impegni formali della Giunta, che con iniziative pubbliche. Non solo, il Movimento 5 Stelle si è sempre mosso in questa direzione anche dal governo del Paese, costruendo le condizioni per arrivare a questo importante riconoscimento durante i governi Conte I e Conte II. Adesso si raccolgono i frutti di questo lavoro partito ben prima dell’inizio di questa legislatura regionale”.

Ad affermarlo è il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che prosegue. “Per troppo tempo la nostra regione è rimasta ai margini di ogni forma di sviluppo e isolata rispetto al resto d’Europa. Lo abbiamo ripetuto continuamente, anche in periodi ben lontani dalle campagne elettorali, tenendo sempre un faro acceso sul tema. Con l’inclusione nella rete Extended Core della sezione Ancona-Bari, sarà possibile attirare investimenti e programmare interventi di ammodernamento sulle infrastrutture, dalle strade alle ferrovie, dai porti agli aeroporti. Significa mettere l’Abruzzo al passo con i tempi, sfruttando anche le ingenti risorse in arrivo tra PNRR e altri fondi europei, e far crescere il nostro territorio. Adesso bisogna farsi trovare pronti nel momento in cui l’iter di approvazione definitiva della proposta legislativa della Commissione arriverà a conclusione. Ma intanto non si può che essere soddisfatti per questo riconoscimento”, conclude Marcozzi.

Reti Ten T, Testa e Sigismondi: “Questa vittoria premia il lavoro del Governo Marsilio che ha sempre promosso la centralità dell’Abruzzo”

“E’ una notizia estremamente importante quella annunciata ieri dal presidente Marsilio, a margine della seduta del Consiglio regionale, riguardante l’inserimento, nella proposta legislativa della Commissione Ue, della dorsale ferroviaria adriatica nella rete transeuropea dei trasporti. Non era affatto scontato che ciò avvenisse, anche considerando la posizione piuttosto conservatrice dell’Unione Europea, e di certo tale risultato premia il lavoro svolto in questi anni da Marsilio che, con l’obiettivo di promuovere la centralità del l’Abruzzo, ha incentivato la collaborazione con gli altri Presidenti delle regioni interessate , coordinando di fatto gli incontri e le intese che ne sono derivate. Una vittoria, che può essere acclamata a gran voce, per la nostra regione, poiché offre floride prospettive: tutto il territorio abruzzese potrà finalmente uscire da quell’isolamento che la teneva distante dalle reti di trasporto che contano, avrà capacità di attrarre investimenti, e potrà assumere quel ruolo strategico all’interno delle geometrie europee del trasporto, dal quale non possono che derivare enormi benefici in termini di crescita del reddito e dell’occupazione, tanto per le aree costiere quanto per quelle interne”. 

La nota congiunta del capogruppo di Fdi in Consiglio regionale, Guerino Testa,  e del segretario regionale del partito, Etelwardo Sigismondi. 

Sigismondi e Testa

Sigismondi e Testa

Revisione Reti Ten-T, Umberto D’Annuntiis: “Importante riconoscimento per l’Abruzzo”

L’AQUILA –  Il lavoro fatto dalla Giunta Regionale per l’estensione dei corridoi europei della rete Ten-T al sistema infrastrutturale abruzzese ha dato i suoi frutti. Il Porto di Civitavecchia e la dorsale ferroviaria adriatica sono stati inseriti nella proposta legislativa della Commissione Ue sulla rete europea. La Giunta Regionale ha avuto da tempo una interlocuzione sia con le tecnostrutture europee che con quella nazionale per proporre l’inclusione nella Core Network della sezione ‘Ancona – Bari’ lungo l’asse adriatico e della sezione Trasversale ‘Civitavecchia – Pescara – Ortona’ che collega il Tirreno con l’Adriatico.

Nel mese di ottobre 2020 il Presidente Marsilio ha siglato con i Presidenti di Marche, Molise, Puglia, un protocollo d’intesa sull’inclusione della direttrice Adriatica – Ionica tra le infrastrutture di rilevanza prioritaria Europea, alla luce della continua crescita dei volumi di traffico passeggeri e merci.

Abbiamo avuto notizia dell’inclusione nella rete ‘Extended Core’ della sezione “Ancona – Bari” lungo l’asse adriatico e dell’inserimento del porto di Civitavecchia nella Rete Core. La rigidità della commissione, che ha concesso minime modifiche alla rete, ha impedito che venisse inserito anche il Corridoio Mediterraneo verso l’Italia centrale lungo l’asse Civitavecchia – Ortona che si estende dal Porto di Civitavecchia fino ai Porti di Pescara e Ortona.

“Si tratta di un riconoscimento importante per l’Abruzzo al fine di valorizzare la connettività delle nostre aree e quindi l’ammodernamento di linee ferroviarie, arterie stradali, porti ed aeroporti e consentirà l’accesso ai finanziamenti europei per le reti di trasporto.

Ci auguriamo che l’iter di approvazione confermerà la proposta della Commissione che consentirà di collegare il Centro e il Sud del Paese al resto d’Europa. Mi corre l’obbligo di ringraziare, per il prezioso lavoro, il Dipartimento Infrastrutture e Trasporti della Regione Abruzzo con il Direttore Ing. Emidio Primavera e il Direttore Generale Dott.ssa Barbara Morgante”, ha dichiarato il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis.

Umberto D'Annuntiis

Umberto D’Annuntiis


Print Friendly and PDF

TAGS