Restrizioni, Padovani: “un errore chiudere lo sport”

di Redazione | 27 Ottobre 2020, @03:10 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Lo sport è essenziale, per salute ed economia: non può essere considerato un’attività non essenziale, chiuderlo è errato. Continuo a ripetere che lo Sport è un diritto. Lo Sport è un servizio fondamentale da garantire e favorire. Così rischiamo solo il collasso”. E’ Gianni Padovani a scriverlo, responsabile nazionale sport del Psi.
“E sono i fatti a dimostrarlo, da sempre: sport è educazione per i più piccoli, socialità, prevenzione medica, risparmio della spesa sanitaria, benessere. Ma è anche economia, posti di lavoro, produttività. Lo Sport è un’agenzia educativa al pari della scuola, è un’attività produttiva al pari di tante altre, quindi davvero non si capisce il perché di questo nuovo fermo. Semmai sarebbe stato opportuno intensificare i controlli, quelli sì: con protocolli rigidi che non lasciano nulla al caso. Si lasci modo alle attività sportive, inserite in contesti e protocolli codificati, di proseguire nelle proprie attività e si sostenga dal punto di vista economico il mondo dello sport di base che, con un altro lockdown, rischia di non riaprire mai più.  Se non si permetterà di proseguire con l'attività sportiva qualcuno si dovrà assumere la responsabilità della morte di migliaia di realtà dilettantistiche. Vorrà dire che questo paese ha realmente bisogno di una battaglia culturale a tutti i livelli perché si capisca quale sia il vero ruolo dello Sport e come debba essere interpretato nell’ambito delle Politiche pubbliche. Lo Sport è vita. Io sto con lo Sport!”

 

Print Friendly, PDF & Email

Print Friendly and PDF

TAGS