Regione: è scontro sulle poltrone, la Lega stoppa l’accordo Fratelli d’Italia-Forza Italia

di Redazione | 02 Marzo 2020 @ 15:51 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si fa rovente la vigilia del Consiglio regionale, convocato per domani all’Aquila, che avrebbe dovuto, tra le altre cose, procedere alla designazione dell’ex assessore regionale di Forza Italia Paolo Gatti alla sezione di Controllo della Corte dei Conti.

In una nota, breve ma dai toni fermi, la Lega – riunita stamattina a Pescara – si mette infatti di traverso all’accordo tra Fratelli d’Italia, partito del presidente Marco Marsilio, e Forza Italia, che oltre alla nomina di Gatti prevedeva la modifica alla legge elettorale per consentire la surroga del sottosegretario regionale Umberto D’Annuntiis, in modo da consentire il subentro in aula di Gabriele Astolfi, primo dei non eletti degli azzurri.

“La Lega non è disponibile a votare le nomine e la surroga previste all’ordine del giorno del Consiglio regionale di domani perché non le condivide”, dice senza mezzi termini Luigi D’Eramo, deputato e coordinatore regionale del Carroccio.

“La Lega, in maniera unanime – dice D’Eramo – esprime la sua netta contrarietà alle ipotesi emerse nelle ultime ore su nomine e possibili modifiche statutarie. Il partito non è disponibile neanche a discutere su simili circostanze, avendo concentrato in questa fase tutti gli sforzi dei propri assessori e dei propri consiglieri al sostegno dell’azione che sta portando avanti, con profitto, l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, per la gestione della delicata emergenza coronavirus”.

“I cittadini e l’apparato produttivo si attendono risposte su problemi che riguardano la loro vita quotidiana”, aggiunge D’Eramo – e non certo su dinamiche di palazzo che sono fuori luogo e intempestive. Presenteremo nei prossimi giorni diverse proposte a sostegno della crisi economica ed occupazionale aggravata dalla questione del Coronavirus”.


Print Friendly and PDF

TAGS