Regione, D’Amario sottosegretario. In consiglio le critiche al programma dal centrosinistra

di Alessio Ludovici | 24 Aprile 2024 @ 06:00 | POLITICA
consiglio regionale abruzzo
Print Friendly and PDF

 L’AQUILA – Seconda seduta, ieri all’Aquila, del nuovo Consiglio regionale dell’Abruzzo. All’odg le surroghe e il programma di mandato di Marsilio che, a margine, ha annunciato la nomina di Daniele D’Amario, di Forza Italia, a sottogresetario alla Presidenza con deleghe al turismo e alla programmazione. All’Emiciclo anche qualche novità tecnica con il servizio di traduzione simultanea in lingua dei segni italiana (LIS) degli interventi in Aula.

La seduta si è aperta proprio con gli interventi sul “Programma di Governo” del Presidente della Regione Abruzzo. A prendere la parola per primo, a nome del Patto per l’Abruzzo, il consigliere regionale Luciano D’Amico che, in un lungo intervento, ha criticato il documento presentato da Marsilio. Troppo generico e senza indicazioni strategiche chiare, questa l’accusa principale mossa da D’Amico che, in particolare, ha stigmatizzata la totale assenza dal programma di temi come l’agricoltura, i rifiuti, il diritto allo studio, la pesca, l’ambiente, la transizione ecologica e digitale. Duro il commento sul collegio unico che, secondo D’Amico, non aiuterebbe a superare i campanilismi ma semmai costringerebbe a campagne elettorali sempre più costose e per pochi. Una “visione limitata” quella sulla sanità. D’Amico critico anche sul “consuntivo” di Marsilio, “si confondo ciò che è accaduto con ciò che si è programmato” senza che ci sia un’evidenza della correlazione tra le attività della giunta e i risultati della regione. Un’apertura è arrivata sul microcredito e sulla messa in sicurezza dell’acquifero del Gran Sasso.

Dopo D’Amico hanno preso la parola i consiglieri D’Amico, Pietrucci, Mariani, Verrecchia, D’Amario, Pavone, D’Incecco, Campitelli, Marinucci, Cavallari, Alessandrini, Monaco, Gatti, Paolucci.  “Il programma che questa maggioranza ci ha presentato – ha detto la consigliera Erika Alessandrini del M5S – anche piuttosto maldestramente da consiglieri che sembravano nemmeno di averlo letto, è farcito da miraggi tesi a nascondere un’amara verità: Marsilio e i suoi uomini sono in ritardo su tutto e totalmente privi di una visione strategica dell’Abruzzo e sul come intendono realizzarla nel corso di questa legislatura”. Un “discorso autocelebrativo” secondo Paolucci e Marinelli.

La chiusura è stata affidata al presidente della Giunta Marco Marsilio che, tra gli argomenti affrontati, ha dato spazio alla disamina sugli interventi relativi al tracciato ferroviario Pescara-Roma.

A questo proposito, il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri ha accolto la richiesta delle opposizioni convocando per martedì 30 aprile, alle ore 11, la Conferenza dei Capigruppo nel corso della quale saranno ascoltati i rappresentanti di RFI e le associazioni dei cittadini. 

L’Assemblea ha infine preso atto della sospensione dei Consiglieri nominati alla carica di Assessore regionale e della loro sostituzione temporanea con affidamento della supplenza per l’esercizio delle funzioni (c.d. surroga). I Consiglieri “surroganti”, Carla Mannetti (Lega Salvini Abruzzo), Marilena Rossi (Fratelli d’Italia), Maria Assunta Rossi (FdI), Antonietta La Porta (Forza Italia) e Francesco Prospero (FdI) entreranno ufficialmente in carica da domani, mercoledì 24 aprile

L’annuncio di Marsilio, D’Amario sottosegretario alla presidenza

“Una legislatura che si apre in continuità con il mandato precedente non può fare a meno di ripartire dal consuntivo, anche perché ciò che si è fatto delinea una traiettoria, un percorso che non è casuale rispetto agli impegni successivi”.

È quanto ha dichiarato il presidente della Regione Marco Marsilio a latere della seduta del Consiglio regionale odierno con all’ordine del giorno la discussione del programma di Governo del Presidente della giunta regionale e la presa d’atto della sospensione dei consiglieri nominati alla carica di Assessore regionale e sostituzione degli stessi attraverso la surroga.

“Non a caso – ha continuato Marsilio – oggi all’Aquila abbiamo una conferenza stampa insieme ad RFI che apre un dibattito pubblico per altri tre lotti della Roma-Pescara. Stiamo andando avanti su un progetto che nei primi giorni di maggio vedrà la firma del contratto per i lotti già assegnati e oggetto di gara appalto, iniziano le progettazioni esecutive, insomma si entra nel vivo di una delle opere principali che cambieranno il volto della nostra regione”.

Nel corso degli ultimi cinque anni, abbiamo affrontato sfide senza precedenti e abbiamo dimostrato la nostra resilienza e determinazione nel gestire emergenze drammatiche. Oggi desidero sottolineare il nostro operato e la nostra dedizione. Guardando al futuro, tracciamo linee programmatiche ambiziose che mirano a consolidare i progressi compiuti e a promuovere ulteriori sviluppi in settori chiave.

Il Presidente Marsilio, ha firmato oggi il decreto di nomina per Daniele D’Amario, già assessore regionale nella passata legislatura, a sottosegretario della giunta regionale con delega al turismo e alla programmazione. 

Prima riunione di giunta

La Giunta regionale, riunita ieri e presieduta dal presidente Marco Marsilio, ha approvato, su proposta dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, i procedimenti attuativi, sulla base della legge regionale n.14 del 17 marzo 2023, volti a disciplinare le modalità con cui i cittadini italiani senza dimora e non residenti in paesi diversi dall’Italia, privi di qualsiasi assistenza sanitaria, possano accedere all’iscrizione nelle liste degli assistiti e alla scelta del Medico di Medicina Generale. Lo stesso provvedimento stabilisce, in riferimento alle modalità di segnalazione degli aventi diritto, che i Comuni accertano, tramite i Servizi Sociali, la condizione prevista dalla normativa sulla base degli elementi acquisibili tramite i servizi anagrafici e, grazie agli approfondimenti di tipo sociale, rilasciano apposita attestazione anche con la collaborazione dei servizi sanitari (ad esempio assistenti sociali dei servizi ospedalieri, Servizi per le Dipendenze, ecc..) e dei soggetti del Terzo settore che svolgono attività a favore delle persone in situazione di fragilità e secondo le modalità organizzative definite a livello locale.

Via libera, su proposta dell’assessore al Sociale, Roberto Santangelo, all’approvazione del Piano operativo relativo al Fondo Nazionale Politiche Giovanili annualità 2023. Nello specifico, è stata recepita l’Intesa sancita nella Conferenza Unificata del 20 dicembre 2023 relativamente alla ripartizione per l’anno 2023 del “Fondo per le politiche giovanili e alla riassegnazione delle somme afferenti le quote del medesimo Fondo, relative alle annualità 2022 e precedenti, non erogate alle Regioni con cui è determinata in € 571.033,00 la quota di risorse finanziarie a favore della Regione Abruzzo ed in € 63.448,00 il cofinanziamento pari ad almeno il 10% del valore complessivo del progetto regionale.

Infine, sempre su proposta dell’assessore Santangelo, in relazione alle borse di studio “IoStudio”, a favore degli studenti iscritti agli Istituti della scuola secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2023/2024, rispetto alle quali alla Regione Abruzzo è stata destinata la somma complessiva di € 949.239,46, la Giunta regionale ha stabilito di consentire il cumulo tra le borse di studio e altro contributo o sostegno pubblico di altra natura per l’acquisto dei libri di testo.


Print Friendly and PDF

TAGS