Reddito di cittadinanza, la mobilitazione del Pd. Oltre 3mila senza il sostegno in provincia dell’Aquila

di Redazione | 10 Agosto 2023 @ 14:26 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – E’ cominciata ieri all’Aquila, la mobilitazione del Partito Democratico abruzzese contro l’abolizione violenta del reddito di cittadinanza.
 
Le militanti e i militanti si sono ritrovati prima all’ingresso del centro commerciale “Meridiana” e, poi, al centro commerciale “Il Globo” per sensibilizzare cittadine e cittadini sulla inaudita e incomprensibile guerra che il governo Meloni sta facendo ai poveri invece di farla alla povertà.
 
“Replicheremo l’iniziativa su tutto il territorio abruzzese, avvalendoci dell’impegno e del lavoro dei nostri circoli”, le parole del segretario regionale Daniele Marinelli. “Il nostro primo obiettivo, e contiamo per questo anche sulla possibilità di fare rete con il terzo settore, con i sindacati, con i nostri amministratori, è stare vicini alle persone in difficoltà che questo governo ha abbandonato, scaricando lavoro sui servizi sociali dei Comuni, senza prevedere risorse né tempestive misure alternative. E’ un accanimento, un odio per chi è in difficoltà che si fa fatica persino a comprendere”.
 
“L’estate militante continua sul territorio della nostra provincia”, ha tenuto a sottolineare il segretario provinciale Francesco Piacente. “Oggi siamo stati all’Aquila per un volantinaggio di denuncia su quanto deciso dal governo in materia di reddito di cittadinanza. Aver cancellato questa misura di tenuta sociale senza uno strumento alternativo lascia migliaia di famiglie senza sostegni e misure contro la povertà. Averlo fatto con un freddo sms è stato vergognoso e scarica sui comuni l’emergenza sociale”.
 
“Troviamo sconcertante – ha proseguito il segretario del Pd L’Aquila, Nello Avellani – che una decisione così impattante, che nella sola provincia dell’Aquila coinvolge 3550 persone, sia stata assunta senza che fosse accompagnata da una corretta informazione e da misure alternative. Una svolta scellerata: in Italia, non si può fare a meno di uno strumento di sostegno al reddito e continueremo a ribadirlo nelle piazze e tra la gente”.
 
Avellani ha poi ricordato che il gruppo consiliare Pd ha presentato una interrogazione al sindaco dell’Aquila chiedendogli, tra l’altro, di intervenire presso il Governo affinché assicuri un sostegno adeguato a tutte le persone inoccupabili e organizzando adeguamente il supporto a chi deve essere accompagnato al mondo del lavoro in modo dignitoso ed efficace.
 
Al tempo stesso, è necessario garantire alle amministrazioni locali le risorse e gli strumenti per affrontare un problema economico concreto che si sta presentando a migliaia di famiglie.

Print Friendly and PDF

TAGS