Raccolta alimentare per i poveri del centro storico di L’Aquila

Associazioni di volontariato e Caritas parrocchiali impegnate nel sostenere i poveri, in questa terza ondata pandemica

di don Daniele Pinton | 27 Gennaio 2022 @ 15:51 | CREDERE OGGI
raccolta alimentare
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Di fronte all’emergenza sociale che si è ormai creata a causa del Covid-19, sabato 29 gennaio 2022, presso il supermercato COOP del Torrione, avrà luogo una raccolta alimentare per i poveri del centro storico di L’Aquila.

Molte sono le iniziative che in questo ultimo anno sono state attivate da associazioni di volontariato e dalle Caritas parrocchiali, per far fronte alle difficoltà sempre più presenti nel territorio della nostra Diocesi.

Le situazioni precarie che stanno colpendo in particolare modo gli anziani e molte famiglie della nostra Città, stanno facendo emergere un volto ‘bello’ della nostra Chiesa locale, con l’impegno a riscoprire, come sottolineato da papa Francesco ‘il valore della comunione che unisce tutti i membri della Chiesa’.

Raccogliendo, l’invito di Caritas Italiana, con la campagna “Emergenza Coronavirus: la concretezza della Carità”, l’Associazione di volontariato “Dona un pasto per la dignità ODV” in collaborazione con la Sezione Soci  Coop Centro Italia, la Parrocchia Santa Maria Mediatrice e con gli Amici delle Suore di San Basilio, destineranno il frutto della raccolta alimentare di Sabato 29 gennaio, alle persone e famiglie bisognose assistite dalla Caritas Inter-parrocchiale del Centro Storico.

La Caritas inter-parrocchiale del centro storico di L’Aquila, con sede al Centro Pastorale Paolo VI a Piazza Duomo, è l’organismo pastorale che ha il compito di animare, coordinare e promuovere la testimonianza della carità nelle comunità del Centro Storico aquilano, programmando interventi concreti di sostegno e aiuto alle famiglie in difficoltà della Vicaria Urbana, curando anche l’educazione alla testimonianza comunitaria della carità, la sensibilizzazione e l’animazione e formazione alla carità.

Inoltre la Caritas inter-parrocchiale, attenta alla vita della gente e radicata nel territorio cittadino e impegnata anche in raccolte di offerte per far fronte alle emergenze umanitarie, come quella di Haiti e dell’Afganistan, ha il compito della conoscenza concreta, puntuale e coraggiosa delle condizioni di difficoltà e di bisogno esistenti all’interno della vita della comunità. L’intento non è un semplice monitoraggio dei bisogni da assistere, ma lo sforzo di comprendere le persone con problemi, l’esame dei fenomeni di emarginazione ed esclusione e le relative cause, le sfide socio-culturali, i meccanismi di insensibilità ed egoismo individuale e collettivo. Infine, ha il compito di coordinare iniziative di carità già esistenti nelle parrocchie cittadine, (dal volontariato ai servizi socio-assistenziali di congregazioni religiose), senza sostituirsi a nessuna di esse, ma ponendosi come punto di riferimento comunitario per un migliore e più consapevole servizio, in vista di una proposta pastorale organica che il Consiglio pastorale è chiamato a promuovere nella parrocchia.

L’aiuto che verrà fornito, con la raccolta alimentare di sabato 29 gennaio, permetterà di sostenere una decina di famiglie del Centro storico aquilano, con varie tipologie di problemi, tra i quali ‘figli minori a carico’, oltre che ad anziani che vivono nell’indifferenza e dimenticanza a volte anche dei familiari,  spesso sono privi anche del necessario per una vita dignitosa, che in questa fase critica della terza ondata pandemica, viene ulteriormente aggravata dalla crisi energetica, con pesantissimi effetti sulle possibilità economiche delle famiglie già provate dalla povertà.


Print Friendly and PDF

TAGS