Punto Luce L’Aquila, la quarantena vista dagli occhi dei bambini e ragazzi

di Redazione | 18 Luglio 2020 @ 13:28 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Non è stato così male stare a casa durante la pandemia. C’erano i miei genitori ogni giorno, non c’erano orari rigidi. Però mi sono mancati i nonni, gli amici, sentire il peso dello zaino sulle spalle e quella felicità di quando si usciva da scuola”, questa è una delle testimonianze raccolte nel progetto Voci-19 visitabile da lunedì 20 luglio 2020 all’indirizzo www.voci19.it

La sospensione e la ripartenza in piccoli racconti, come delle cartoline sonore, per fissare un momento e lasciare una traccia di dove sono stati e cosa hanno fatto i ragazzi e le ragazze durante il lockdown per l’emergenza Covid -19. Le loro emozioni, i loro sentimenti, cosa avrebbero voluto fare e non hanno potuto e dove sono e cosa stanno facendo adesso.

Un progetto che vede protagonisti i beneficiari del Punto Luce L’Aquila, centro socio educativo e aggregativo promosso da Save the Children per il contrasto alla povertà educativa in Italia, in questo momento attivo nel programma nazionale “Riscriviamo il Futuro”, che ha UISP comitato territoriale L’Aquila APS come soggetto attuatore.  Il progetto di racconto è di Francesco Paolucci, organizzazione e coordinamento di Domenico Capanna e la realizzazione del sito web di Davide Sabatini


Print Friendly and PDF

TAGS