Provincia di Chieti, diversi sindaci posticipano il ritorno sui banchi degli studenti

di Redazione | 09 Gennaio 2022 @ 15:45 | POLITICA
50% dad
Print Friendly and PDF

CHIETI – In provincia di Chieti sono numerosi i sindaci che non vogliono riaprire le proprie scuole domani 10 gennaio, nonostante il Governo ha deciso il ritorno sui banchi.

Oltre alla prima cittadina di Prezza (L’Aquila) Marianna Scoccia, si sono già mossi in tal senso i primi cittadini di Altino, Torino di Sangro, Treglio, Casalbordino, Scerni, Pollutri, Villalfonsina, San Vito e Rocca San Giovanni, con una propria ordinanza di posticipare l’apertura delle scuole al 14 gennaio.

“Da ieri mattina sui social circola un articolo di una testata online pubblicato lo scorso anno, 29 febbraio 2021, nel quale si annunciava una ordinanza regionale per la didattica a distanza nelle scuole superiori in Abruzzo – afferma Massimo Verrecchia, capo segreteria del presidente della Regione Abruzzo -. Gli autori, tagliando la data di riferimento, hanno tentato di far passare sui social la vecchia notizia come attuale, facendo credere che il presidente della Regione, Marco Marsilio, sta per firmare un’ordinanza con cui dispone da lunedì la dad. Ma la notizia è falsa e priva di ogni fondamento. Per tale episodio lunedì sarà dato mandato all’Avvocatura regionale per una denuncia alle autorità competenti”.


Print Friendly and PDF

TAGS