Protesta dipendenti GPI SPA contro ASL, “Delirio al CUP”

di Redazione | 18 Novembre 2021 @ 10:59 | ATTUALITA'
Ospedale
Print Friendly and PDF

Il mancato funzionamento del sistema operativo della ASL, bloccato per 3 giorni ha spunto i dipendenti alla protesta.

Ormai da giorni assistiamo ad un vero e proprio “medical drama” al CUP del S. Salvatore riguardante prima il mancato funzionamento del sistema operativo della ASL bloccato per tre giorni con immaginabile danno per l’utenza, poi con il ripristino del sistema assistiamo ai capricci di una Asl incapace di gestire un disagio così importante creandone altri. Il tutto sempre con il silenzio della GPI SPA!! Ovviamente quando il sistema operativo è stato ripristinato, il flusso di utenza si è prevedibilmente triplicato. Al mattino c’è la protezione civile a fare da filtro per le centinaia di utenti in coda, il pomeriggio è un tana liberi tutti con all’interno del Cup più di 100 persone in coda in spregio a tutte le normative anti Covid per il contenimento del virus con ovvi pericoli per i lavoratori e l’utenza. Ma non basta. Gli operatori chiedono ogni giorno di poter interrompere l’erogazione dei numeri ad un orario decente così da poter smaltire tutti gli utenti. Ma la Asl dice no e così l’altro pomeriggio si sono chiusi, giustamente, gli sportelli alle 19,30 con ancora tantissime persone da servire. Non è più accettabile per gli operatori del Cup lavorare in queste condizioni dovendo ogni giorno fronteggiare un’utenza che, giustamente, pretende di poter usufruire di un servizio così importante in modo dignitoso. Chiediamo alla GPI SPA di salvaguardare i propri dipenenti, magari senza aver paura di alzare la voce con una Asl che ad oggi non ha tutelato né l’utenza né gli operatori. La Cisal proclama lo stato di agitazione riservandosi altre forme di protesta.


Print Friendly and PDF

TAGS