Progetto Mimosa: strategie e azioni pilota per soluzioni di trasporto marittimo

di Redazione | 03 Dicembre 2021 @ 14:50 | POLITICA
droga abruzzo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’Abruzzo chiamata a realizzare uno studio di fattibilità. La strategia del progetto Mimosa e le azioni pilota della Regione nell’ambito del progetto al centro dell’incontro che si è tenuto in modalità online organizzato dal gruppo di lavoro della SOTPE – Struttura organizzativa temporanea progetti europei della Regione Abruzzo, sotto la guida della Dirigente Paola Di Salvatore.

La Regione Abruzzo è partner attivo del progetto strategico Mimosa – Maritime and MultimOdal Sustainable pAssenger transport solutions and services, finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia e  mira a proporre soluzioni di trasporto marittimo passeggeri multimodali e sostenibili a favore delle regioni costiere di Italia e Croazia.

Nel corso di 32 mesi, i partner sono impegnati in un’azione congiunta di analisi della domanda e dell’offerta e di esame delle soluzioni tecnologiche necessarie a migliorare i servizi passeggeri a livello transfrontaliero, con il fine ultimo di elaborare un Piano d’Azione congiunto in tema di sostenibilità dei trasporti, che tenga conto delle specificità dei singoli territori.

L’aspetto rilevante dell’azione progettuale è la realizzazione delle azioni pilota da parte dei 18 partner che partecipano. L’obiettivo, prendere in esame lo stato dell’arte dei collegamenti marittimi tra le due sponde e individuare soluzioni per rafforzare il trasporto passeggeri e promuovere lo sviluppo socio-economico dell’area, mettendo al centro della propria azione l’impatto ambientale.

In particolare, la Regione Abruzzo è chiamata a realizzare uno studio per verificare la fattibilità di un collegamento marittimo a basso impatto con alcuni porti della Croazia, analizzando soluzioni alternative di alimentazione di una nave, quali il GNL, e la sua utilità all’interno dell’area compresa tra Italia e Croazia. A tal fine, si avvarrà del supporto tecnico-scientifico del CITRAMS – Centro di ricerca di trasporti e mobilità sostenibile, con cui è stata siglata una Convenzione fino alla fine del progetto, ovvero dicembre 2022.

Un altro step importante della fase pilota in capo alla Regione Abruzzo è la realizzazione e installazione, con il supporto finanziario del progetto, di alcuni dispositivi tecnologici di accesso al porto di Vasto, importanti per il monitoraggio del traffico e per consentire l’accesso in sicurezza nell’area portuale.

Hanno partecipato all’evento oltre a Paola Di Salvatore – Project Coordinator, Federica Ferrauto, Project Manager MIMOSA Regione Abruzzo, Gino D’Ovidio, Direttore CITRAMS Università degli Studi dell’Aquila, Carlo Villante, Vice-Direttore CITRAMS, Università degli Studi dell’Aquila, Stefano VARONE, ufficio Circondariale Marittimo di Vasto, Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto, Laura Rosella, Communication Manager MIMOSA Regione Abruzzo. Moderatrice  Federica Ferrauto, Project Manager MIMOSA.


Print Friendly and PDF

TAGS