Presidente della Consulta, Cartabia: sarebbe grave dicessi no ad atto del governo

di Redazione | 30 Aprile 2020, @05:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

“Sarebbe gravissimo che un presidente della Corte costituzionale volesse entrare nella discussione per dire ‘questo atto del governo non va bene'”.

Lo puntualizza la presidente della Consulta, Cartabia, intervistata dalla Stampa estera, dicendosi “sopresa” che il suo richiamo alla Costituzione sia stato speso in “singole contese” politiche. “Inappropriato attribuire al presidente della Corte l’intendimento di scendere nell’agone politico:se c’è un principio che un presidente tiene a preservare è proprio quello di essere super partes”.

La presidente della Consulta aveva dichiarato, nella sua relazione annuale sulla giurisprudenza costituzionale, che “la Carta non contempla un diritto speciale per i tempi eccezionali. Leale collaborazione fra le istituzioni e’ la proiezione istituzionale della solidarietà tra i cittadini”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS