Premialità emergenza Covid, firmato l’accordo con la Regione per il personale medico sanitario

di Redazione | 30 Luglio 2020 @ 18:09 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

PESCARA – La CISL FP e la CISL Medici non avevano sottoscritto con la Regione Abruzzo la precedente bozza di accordo premialità COVID-19, in quanto ritenevano che tutti i lavoratori meritavano il giusto riconoscimento per il lavoro svolto in emergenza e che andava definito in sede regionale il perimetro esatto entro il quale proseguire con la contrattazione decentrata aziendale.

“La nuova convocazione del 28 luglio, ha dimostrato – scrivono in una nota Vincenzo Mennucci e Luigi Mascia della Cisl-  che vi erano margini di miglioramento rispetto alle precedenti proposte e che responsabilmente si è continuato a lavorare al fine di premiare concretamente tutte le lavoratrici ed i lavoratori che nel periodo emergenziale erano stati impegnati nelle aziende del servizio sanitario regionale a tutela della collettività.”

“L’accordo – spiegano – riconosce il lavoro prestato da parte delle tante lavoratrici e dei tanti lavoratori interinali esclusi in precedenza e che risultano essere assenti ad oggi, in tutti gli accordi regionali sinora sottoscritti. Infatti, i lavoratori interinali in Abruzzo, verrano anch’essi premiati in sede di contrattazione decentrata aziendale così come previsto dall’art. 59 del CCNL del comparto sanità.”

Nell’accordo anche il giusto riconoscimento per i lavoratori convenzionati e accreditati con il sistema sanitario regionale. La Regione Abruzzo si è impegnata a reperire ulteriori risorse economiche e di vincolarle per queste categorie di lavoratrici e di lavoratori.   

Le Aziende del SSR Abruzzese, a seguito dell’accordo odierno, convocheranno le OO.SS. territoriali entro e non oltre trenta giorni per la stipula degli accordi aziendali al fine di procedere al pagamento della premialità con la mensilità di settembre.


Print Friendly and PDF

TAGS