Polizia di Stato, ‘Safety days’: in un mese 31 verbali per velocità pericolosa

I risultati della campagna di sicurezza stradale promossa da Roadpol. Quasi 2mila pattuglie tra autostrada e viabilità ordinaria. Ieri nell'ultima giornata di Sharper presentate le tecnologie che aiutano la Polizia Stradale nell’attività quotidiana

di Redazione | 03 Ottobre 2022 @ 09:00 | CRONACA
safet days
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Nel mese di settembre, la Polizia di Stato ha dato ampio spazio alla campagna congiunta di sicurezza stradale SAFETY DAYS”, promossa da ROADPOL – European Roads Policing Network, ovvero il network delle polizie stradali europee, organizzata con il supporto della Direzione Generale Trasporti della Commissione Europea. Per tutto il mese, il Compartimento Polizia Stradale “Abruzzo e Molise” ha programmato servizi di controllo mirati a contrastare i comportamenti alla guida che risultano tra le principali cause di incidenti stradali con l’esito peggiore: velocità, uso di tablet e telefonini alla guida, scarsa attenzione ai sistemi di ritenuta come cinture, casco o seggiolini per i bambini, guida sotto influenza di alcol e droga.

Sono scese in campo 880 pattuglie in autostrada – dove la Polizia Stradale ha competenza esclusiva per la sicurezza pubblica – e 710 pattuglie sulla viabilità ordinaria e il risultato principale, ovvero “ZERO morti sulle strade”, obiettivo della campagna di sicurezza è stato raggiunto. Nella sola provincia dell’Aquila, i controlli effettuati dagli agenti della Sezione di Polizia Stradale e dei reparti hanno portato a numerose contestazioni di violazioni al codice della strada: 31 verbali per velocità pericolosa, 59 per eccesso di velocità, 19 per mancato uso delle cinture di sicurezza e 9 per guida con il telefonino; 3 le persone denunciate per guida sotto l’effetto di alcol e 2 perché erano sotto effetto di stupefacenti; 20 sono state le patenti di guida  e 40 le carte di circolazione ritirate e in totale ben 716 i punti decurtati sulla patente.

La campagna di sicurezza è stata portata avanti anche con numerose attività di comunicazione per incontrare gli utenti della strada e diffondere la cultura della sicurezza e per condividere l’importanza di una consapevolezza del comportamento idoneo alla guida dei veicoli. 

Ieri sera a L’Aquila, si è conclusa con la partecipazione a “Sharper – Notte europea della ricerca” di un team di agenti della Sezione, che hanno allestito uno stand per presentare le tecnologie che aiutano la Polizia Stradale nell’attività quotidiana e la presentazione di video, attivatori emozionali appositamente realizzati per stimolare gli utenti alla riflessione sulle condotte errate alla guida. Grande successo ha ottenuto l’uso del tappetino multimediale, per simulare l’effetto dell’alcol e della droga sulle capacità di reazione e sull’influenza alla guida.


Print Friendly and PDF

TAGS